L’Africa, continente dilaniato da guerre interne di natura etnica, religiosa e politica, è coinvolta in una interessante proposta, quella di assegnare il premio Nobel per la pace 2011 proprio alle donne africane.

“Non ad una in particolare, ma a tutte, perché sono loro, le donne, con la loro umiltà e il loro protagonismo il perno della società africana, e appoggiando loro si fa la guerra alla guerra”.

ha spiegato Rosa Calipari, esponente del Pd che ha presentato a Montecitorio la raccolta di adesioni tra i parlamentari italiani (per presentare la proposta alla commissione dei Nobel che ha sede ad Oslo, infatti, sono necessari due milioni di firme).

La campagna Noppaw (acronimo di Nobel Prize for African Women) è stata presentata ieri mattina presso la sala del Mappamondo della camera dei deputati, ed è sostenuta da 45 ong italiane, riunite sotto la sila Società e Coperazion- Cipsi, il cui presidente, Guido Barbera, ha ricordato come

L’espeienza quotidiana delle donne africane può aiutarci a riscoprire valori che abbiamo perso, come il senso del tempo, l’accoglienza, lo stare insieme.