Come Mike Bongiorno ha insegnato, la gaffe è il modo più semplice per conquistare la simpatia del pubblico. Certamente Antonella Clerici, conduttrice de “La prova del cuoco” che compie oggi 10 anni di attività, non ha bisogno di ricorrervi, data la congenialità che si è guadagnata sul campo su vaste fette di pubblico.

Eppure Antonella Clerici e il suo esperto preferito Beppe Bigazzi non si sono risparmiati dall’essere dei gaffeur incomparabili. Nei video che seguono, esamineremo alcune tra le gaffes più simpatiche de “La prova del cuoco” e soprattutto quelle passate alla storia del programma.

Il video che vediamo fa riferimento a un gioco, che Antonellina faceva con il pubblico a casa: bisognava indovinare un piatto, un cibo o una bevanda, attraverso una sorta di indovinello oppure tramite degli aiutini che venivano dati di volta in volta. In questo spezzone, Antonella è alle prese con una signora che risponde candidamente “la borra“, alla sua domanda relativa a qualcosa che si beve e che fa la schiuma.

Da riferimenti sessuali “La prova del cuoco” non è stata certo esente: qui Beppe Bigazzi parla, ad esempio, del pisello, o meglio il baccello che contiene i piselli, che può stare dritto oppure ha bisogno di un tutore. Naturalmente, il gustoso ortaggio diventa l’occasione per farsi tante risate tra i due collaudati conduttori.

In effetti, ogni programma funziona se chi lo conduce da l’impressione di divertirsi a sua volta. Qui Antonella Clerici ride all’idea di una barzella stupida raccontata da Beppe Bigazzi: è vecchia, è la stessa raccontata vent’anni fa all’esordio dalla piccola Robertina a “TeleMike”, ma Antonella continua a pensarci e a riderci su.

Infine la gaffe che ha fatto più scalpore: Beppe Bigazzi che spiega come cucinare i gatti. Stavolta la conduttrice era Elisa Isoardi, subentrata alla Clerici assente per gravidanza. La Isoardi ha meritato numerose critiche per non aver saputo arginare l’entusiasmo di Bigazzi, tanto da finire come esempio di inesperienza nel documentario “Il corpo delle donne”.