È arrivato il momento delle semifinali per “La Pupa e il Secchione“. La tensione inizia a sentirsi sempre più pressante, soprattutto sulle coppie Marysthell-Cevaro e Francesca-Bianco. Si parte subito a bomba con la “Prova Vulcano“, in cui trionfano questi ultimi.

Naturalmente, la Cipriani non voleva abbandonare, ha persino chiesto a Enrico Papi di adottarla: e dopo tutto quello che ha fatto per farsi ammettere al gioco, sembra quasi naturale. Ma la maggiorata ci ha davvero stupito con effetti speciali, dimostrando impegno e determinazione e ce l’ha fatta.

Lo “Zucca Quiz” vede protagonisti gli attuali Ministri del Governo, con Elena che scambia Veltroni per Bocchino e Tassinari che la spia da sotto la gonna. Ormai lui è diventato l’idolo delle folle e non a torto. Complice certamente anche la propaganda della Gialappa’s Band, che lo prende in giro oltremisura per l'”effetto Tassinari“.

Ma la migliore resta Francesca Cipriani, che per ricordare che il leader dell’Italia dei Valori è Antonio Di Pietro ha fatto mente locale su Carmen Di Pietro (affinità di esplosion?) ed è andata a finire a Carmen Russo. Nonostante tutto, Francesca resta la più simpatica.

Il tiro alla fune che si è tenuto in settimana diventa pretesto per parlare dei secchioni che si sentono mettere i piedi in testa dalle pupe. A guidare la rivolta è lo stesso Bianco:

Sono aggressive, sono arroganti.

Ma viene bacchettato da Platinette e Alba Parietti, che affermano che magari i secchioni dovrebbero ricordarsi delle angherie che nei secoli le donne hanno subito, dichiarando “La Pupa e il Secchione” il primo programma femminista della storia.

Molto bello il rapporto fraterno tra Garagozzo, infortunato, e Cavazzoni, che gli ha fatto da maggiordomo e anche da stuntman nella prova fisica, che il primo non poteva naturalmente affrontare.

E poi arriva il momento della discussione tra Francesca e Pasqualina: il pomo della discordia la crema anticellulite della Cipriani, che è stata allungata con l’acqua dalla napoletana. Pasqualina afferma di essersela trovata nel suo scomparto, ma quella settimana non poteva usare i cosmetici per aver mentito allo “Zucca Quiz”.

E una delle pupe eliminate le getta addosso l’acqua a beneficio degli uomini in studio che inneggiano a lei, aspettandosi forse una lotta nel fango, mentre Pasqualina mostra seno e sedere, in un vezzo d’assoluta volgarità. Paola Barale sostiene le altre pupe: Pasqualina è davvero insopportabile e la convivenza con lei insostenibile.

A detta della giuria la migliore è Monica e non solo in cucina, come abbiamo potuto appurare questa settimana. Discreta, si impegna, non starnazza e cerca di non essere litigiosa. Un’oasi in un deserto di luoghi comuni.

Si ritorna sulla querelle Elena – Pasqualina: i conduttori propongono un faccia a faccia tra le pupe e un televoto affinché i telespettatori decidano con chi Tassinari debba continuare il gioco. Pasqualina promette di tagliarsi i capelli pur di tornare con lui: lo farà davvero? Pasqualina, come al solito non fa parlare Elena, che spiega che Pasqualina avrebbe già dovuto tagliare le punte: la napoletana, quindi, taglia poche dita di punte e le getta a terra. A chi toccherà Tassinari?