Elena e Pasqualina non se le mandano certo a dire. Questo ha detto in apertura de “La Pupa e il SecchionePaola Barale, che però crede che l’ambiente stia migliorando. Ma in realtà, il clima peggiora di giorno in giorno, come ha tenuto a precisare Garagozzo, purtroppo infortunato in uno degli scorsi daytime: c’è sempre meno rispetto da parte delle pupe nei confronti dei secchioni.

Monica chiama Ignazio La Russa “Lucifero”, per Marysthell Michele Santoro è Ricucci, e l’incredibile Francesca Cipriani, di tigre vestita mentre afferma che non si sa precisamente che forma abbia la Terra, ha confuso Bill Clinton con un certo Rutello. Una nuova rivoluzione copernicana, in pratica.

Da un certo punto di vista, viene riabilitata Pasqualina Sanna, mostrata in atteggiamenti affettuosi alle due di notte con Tassinari all’insaputa di Elena, ma le altre pupe non ci stanno: secondo loro, Tassinari è rifiorito dopo il suo allontanamento. Ma il ragazzo se la riprenderebbe anche subito, sembra quasi innamorato.

Ludovica e Corteggi vengono eliminati alla “Prova Vulcano”, di fronte a un’esecuzione spumeggiante di Pasqualina e De Giovanni: che lei abbia trovato davvero il suo secchione ideale?

In realtà, prosegue la sequela di luoghi comuni, soprattutto grazie a Enrico Papi, che tortura sul piano mentale le pupe e sul piano fisico i secchioni, impegnati stavolta in una prova acquatica. Va peggio di tutti a Tassinari, invitato a utilizzare un triciclo, che lo fa anche cadere rovinosamente per terra.

Elena piange per l’uscita di Ludovica e interrompe un momento assolutamente ludico: l’esperto sta saggiando la genuinità della Cipriani, assolutamente sincera persino quando dice che il satellite della Terra è Sky. Aveva ragione ad affermare, nella sua protesta, di essere lei l’autentica pupa.