Problemi economici in casa Rai. Come profetizzato, la defezione di alcune trasmissioni portanti della TV di Stato, come Annozero e il suo conduttore Michele Santoro, ha portato anche a una riduzione degli investitori. Che non sono allettati neppure dalle nuove trasmissioni sostitutive: il flop e la prossima chiusura di “Star Academy” sono emblematiche del problema.

Galleria di immagini: Michele Santoro

Così, se i dati calano pare calino anche le liquidità, tanto che pare che chi lavora alla sola fiction capace di raggiungere un’audience soddisfacente (“Don Matteo”?, ndr) non abbia percepito ancora l’ultimo stipendio, che ha subito dei ritardi.

La denuncia viene dal presidente dell’Associazione Produttori TV Fabiano Fabiani che ha chiesto al direttore generale Lorenza Lei il pagamento delle fatture arretrate. Fabiani chiede di pagare le produzioni delle fiction finora realizzate.

Pare comunque che il problema parta da lontano e più precisamente dal Ministero del Tesoro, che ha tardato a erogare la rata autunnale del canone, pari a 450 milioni di euro. Non solo, a causa delle difficoltà del Ministero la rata sta venendo diluita in tre da 150.000 ognuna, che comunque aggraveranno il problema di liquidità della Rai. Per cui, senza canoni né investitori, quale soluzione troverà la TV di Stato?

Fonte: Televisionando.