Par condicio particolarmente rigida? Allora la Rai, per non sbagliare, sospende fino alla fine della consultazione elettorale di fine marzo tutti gli approfondimenti politici delle tre reti, come Annozero, Ballarò e Porta a porta. Questi programmi saranno sostituiti, dove possibile, da tribune elettorali.

Il CdA della Rai si è espresso, confermando i timori della scorsa settimana, votando con un risultato di cinque a quattro per la sospensione delle trasmissioni che rischiavano di diventare un problema per la legge sulla par condicio, più che per le polemiche cui eravamo abituati. I voti favorevoli erano dei consiglieri di centrodestra, mentre l’opposizione si è dimostrata compattamente contraria.

Uno dei consiglieri, Giorgio Van Straten, in quota Pd, ha commentato:

È una scelta sbagliata perchè fa venir meno il nostro dovere di servizio pubblico, crea polemiche e conflitti esterni, procura un danno alla Rai in termini di ascolti e quindi anche di ricavi pubblicitari.

Resterà garantita l’informazione di base, quella dei telegiornali, che non subiranno variazioni e restrizioni. In ogni caso, questa decisione è destinata a suscitare scalpore, data la sua drasticità.