Se non fosse ancora chiaro, la settimana della moda milanese lo ha definitivamente decretato: i tacchi dovranno essere alti, altissimi, vertiginosi.

Il tacco alto è terribilmente sexy, si sa, slancia la figura, fa sentire ogni donna alta e snella, e le modelle, salendo lassù, sembrano meno irraggiungibili.

Epperò, non nascondiamolo, qualche perplessità si pone. Finché si tratta di una serata importante, nessuna questione. Ma, ad esempio, si può andare in ufficio alle nove del mattino su uno di quei trampoli? Non sarà eccessivo?

E, soprattutto, non sarà anche un tantinello scomodo? Quasi tutte le donne non trascorrono certo tutto il giorno dietro ad una scrivania: ci sono i figli da accompagnare a scuola, la spesa da fare, ore alla guida di un’automobile nel caotico traffico cittadino, le mille piccole faccende quotidiane…

Certo, ci sono appositi cerotti che attutiscono l’impatto e assicurano maggiore comodità, ma per quante ore durano questi benefici effetti?

Infine, c’è un altro fattore che consideriamo poco: i tacchi così alti non sono propriamente un toccasana per la salute, la schiena risente del carico imposto e della postura inevitabilmente innaturale.

A questo proposito, si sta diffondendo una filosofia totalmente opposta a questa: si chiamano MBT e sono, per autodefinizione, delle anti-scarpe: vale a dire calzature pensate non solo con l’obiettivo della comodità, ma addirittura strutturate in modo tale da costringere il corpo ad una postura costantemente corretta.

La collezione è abbastanza varia, ma dal punto di vista estetico non siamo proprio di fronte al massimo del fashion.

Diciamo che è piuttosto uno stile sportivo, adatto a chi è dotato di una buona dose di anticonformismo.

Più o meno dallo stesso intento è guidata anche la collezione Sano by Mephisto (una casa che conosciamo per i sandali bassi e colorati tanto in voga nell’estate che si è appena conclusa), composta da scarpe che addirittura promettono di far bruciare calorie e tonificare i muscoli. Una sorta di palestra costante che lavora mentre voi, semplicemente, camminate.

Certo, se gli effetti fossero davvero così visibili, sarebbe un acquisto da farsi di corsa, sebbene anche in questo caso i modelli proposti non siano un gran piacere per gli occhi, e a dirla tutta nemmeno per il portafogli.

Una cosa, comunque, è certa: anche in questo caso, la scarpa ci fa bella, seppure in modo completamente diverso. Voi per quale delle due opzione siete, tacco sexy o calzatura tonificante?