Alla fine Dollhouse è stato cancellato. Nei giorni scorsi, molti rumor davano la serie prodotta da Joss Whedon per spacciata. La conferma è arrivata sul profilo Twitter di Maurissa Tancharoen, produttrice e cognata di Whedon. Il suo stato non lascia spazio ai dubbi:

Cancellati, triste ma vero.

Al momento, nessun network alternativo ha dichiarato di voler acquisire il telefilm, tanto che sul profilo ufficiale di SyFy campeggiava:

Sembra che Fox abbia cancellato Dollhouse – no, non penso che la prenderemo noi.

Una strana vicenda quella che ha accompagnato Dollhouse, serie costata cifre ridicole, che comunque manteneva un certo numero di fan, in realtà meno di quanti apparivano su Internet. La Fox ha preferito cancellare un telefilm che vedeva, di conseguenza, senza ulteriori sbocchi. E naturalmente, si è scatenato il balletto mediatico e non solo su riviste e siti di settore.

Su Whedonesque, ad esempio, poco tempo fa era apparso un messaggio di Joss Whedon che lasciava presagire l’imminente chiusura:

Non ho molto da dire sono estremamente orgoglioso delle persone con cui ho lavorato, star, staff, cast e crew. Sento che lo show migliora puntata dopo puntata e penso sarete d’accordo con me nei prossimi mesi. Sono grato di quello che abbiamo fatto, grato che abbiamo potuto farlo per una seconda stagione. Per quando andrà in onda l’ultimo episodio, saprete qual è il mio prossimo progetto, per ora c’è ancora tanto da fare. Grazie per il vostro supporto e la vostra pazienza, ci si vede.

In ogni caso, Dollhouse cercherà di farsi rimpiangere. Whedon sta, infatti, sceneggiando l’ultimo episodio, mantenendo lo stile che ha contraddistinto la serie:

Il tredicesimo episodio darà ai fan un senso di chiusura, pur lasciando alcune porte aperte per un eventuale continuo.