Inizialmente era un problema tipicamente confinato nel territorio statunitense ma è arrivato a poco a poco anche in Italia: si tratta dello stress. Cominciano a soffrirne tutti: manager, insegnanti, avvocati, ma anche i più giovani che tra scuola o Università, a volte unite alla necessità di svolgere un piccolo lavoro per mantenersi o per potersi permettere qualche extra in più, sono ora più stanchi che mai.

Donne e uomini, senza distinzione, si sentono psichicamente meglio nel weekend. Quel tempo che intercorre dal venerdì sera alla domenica permette di dedicarsi alle attività preferite, quelle che fanno stare meglio, che rilassano e che permettono anche di passare un po’ di tempo con le persone care.

A dimostrarlo è un recente studio pubblicato sull’ultimo numero della rivista Journal of Social and Clinical Psychology, riportato da La Repubblica, effettuato su un campione di 74 adulti di età compresa tra i 18 e i 60 anni e impegnati a livello lavorativo per almeno 30 ore a settimana.

Dai risultati si è evinto che non importa quanti soldi si guadagnino o per quante ore si lavori nel corso della settimana, quale mestiere si svolga o che educazione si abbia: nel corso del breve ma attesissimo weekend si ha una maggiore libertà e intimità, col risultato di sentirsi più felici.

Certo è che per evitare di arrivare al venerdì cosi esausti e con l’emicrania, ansiosi e stressati, sarebbe bene concedersi qualche momento tutto per sè quotidianamente, proprio come se fosse un piccolo impegno a cui dover tenere fede. Del resto, volere non è potere?