La terribile sindrome premestruale, che colpisce in maniera più o meno evidente tutte le donne, non sempre può essere controllata con l’ausilio di farmaci. Per tutte coloro che non tollerano bene i medicinali arrivano buone notizie: secondo un recente studio, la dolorosa sindrome può essere alleviata con l’auto-terapia e con la “forza della mente”.

La Dr.ssa Jane Ussher e la Dr.ssa Janette Perz, entrambe Psicologhe presso l’Università Western Sydney, in Australia, hanno realizzato uno studio con il fine di scoprire se l’auto-terapia possa aiutare le donne nella gestione della sindrome premestruale (PMS). Le ricercatrici si sono focalizzate sull’attuazione di tecniche mentali e psicologiche per dominare il dolore senza ricorrere ai farmaci.

Il campione della ricerca era composto da donne di un’età compresa tra i 20 e i 45 anni afflitte da PMS. Alle partecipanti è stato offerto un ciclo di terapie psicologiche e un programma di auto-terapia di tre mesi.

La dr.ssa Ussher specifica:

“Di fatto le sessioni di trattamento individuale e i pacchetti di auto-terapia hanno offerto alle partecipanti la possibilità di esplorare i sintomi psicologici della PMS, così come imparare un efficace problem-solving, il rilassamento e le tecniche di gestione dello stress”.