La storia di “Camelot”, nel senso stretto del termine, e la sua rivisitazione cinematografica hanno spesso portato a ottimi risultati, e allora perché non proporre le stesse vicende anche sul piccolo schermo?

Questo esperimento è già stato messo in atto con il recente “Spartacus: Blood and Sand”. E ora, il canale americano Starz e Chris Albrecht, l’amministratore delegato dell’emittente, ci riprovano con “Camelot“, nuova serie TV che vuole ripercorrere le vicende di Re Artù, però in chiave moderna. Al momento è programmata la realizzazione di dieci episodi che vedremo, con molta probabilità, nella prima metà del 2011.

Albrecht stesso afferma:

La storia di Artù non è storia, ma è mitologia, e Camelot non è un posto fisico ma un idea di speranza che ha risuonato in diverse epoche lungo la storia. Camelot sarà una serie romantico/avventurosa di puro intrattenimento per raccontare la storia universale del regno su scala globale, e si inserirà perfettamente nella nostra programmazione.

La sceneggiature del futuro telefilm prende spunto dal libro “La Morte di Artù” scritto da Sir Thomas Malory mentre si trovava in prigione tra il 1450 e il 1470. Inoltre, è doveroso sottolineare che la serie TV era stata qualche anno fa proposta al canale Showtime, ma il progetto non andò a buon fine.

Sembra che il 2010 sia un anno propizio per la produzione e, a giugno, inizieranno le prime riprese in Canada. Si tornerà, così, ancora una volta indietro nel tempo: niente fantascienza o robot come protagonisti, ma solo cavalieri, una Tavola Rotonda e una nuova “Camelot”.