Cercare lavoro è probabilmente l’azione che moltissimi svolgono ogni giorno. Non è affatto facile trovare il lavoro ideale, né, tantomeno, trovare un lavoro in grado di soddisfare almeno in parte le proprie aspirazioni professionali.

Oggi sono aumentati – e in parte migliorati – gli strumenti per cercare lavoro. Oltre al classico invio del curriculum vitae via posta cartacea o alla sua presentazione porta a porta, esistono altre modalità per scandagliare le offerte di lavoro: i siti Internet di job recruiting, i social network legati alla ricerca del lavoro e, ultimo ma non meno importante, i form per l’invio on line del curriculum presenti all’interno dei siti delle aziende stesse (aperti, talvolta, anche alle candidature spontanee).

Lo strumento Internet fa sì che la ricerca del lavoro possa essere personalizzabile e che ci si possa candidare per un profilo lavorativo in maniera molto più precisa.

I form on line, infatti, permettono di affinare sempre meglio i criteri di presentazione e di ricerca e di candidarsi non per un lavoro qualsiasi ma per il lavoro che si desidera realmente fare. Con questo spirito, per esempio, LinkedIn propone offerte di lavoro in base al profilo professionale pubblicato sul social network: in questo modo la ricerca è più mirata e ci si trova di fronte a possibilità di lavoro più confacenti al proprio percorso professionale e di studi.

Ogni giorno bisognerebbe dedicare almeno una o due ore alla ricerca di un lavoro. Questo serve soprattutto a vedere che tipo di offerte ci sono e, pertanto, a personalizzare e migliorare il proprio curriculum in vista di un invio mirato che possa colpire gli addetti alle risorse umane.

Sarebbe opportuno iscriversi a un sito di recruiting specifico per il proprio mestiere: ad esempio, negli Stati Uniti esiste un portale, Journalism Job, aperto alle iscrizioni di chi desira trovare lavoro come giornalista.

Tuttavia, non bisogna disdeganre neppure un portale per la ricerca del lavoro più generico come Monster.com. La possibilità di inserire criteri specifici nella stringa di ricerca potrebbe permettere di trovare l’offerta di lavoro più adatta alla proprie esigenze.

Una volta iscritti a un sito come Monster, bisogna seguire alla lettera i criteri per la compilazione del proprio profilo. Molte aziende, ad esempio, oltre al curriculum vitae richiedono anche una lettera di presentazione, che va scritta descrivendo sogni e aspirazioni, ma cercando di essere in linea con i criteri di scelta dell’azienda in questione.

Si può scrivere una lettera di presentazione anche molto generica, che poi deve essere personalizzata in base a ciò che l’azienda richiede dal punto di vista delle competenze, del background culturale e degli obiettivi.

Internet, pertanto, permette un maggior contatto tra l’azienda e l’aspirante lavoratore: in questo modo, anziché presentare un curriculum generico, si ha la possibilità di presentarne uno specifico, che potrebbe essere in grado di colpire subito chi ha il compito di reclutare lavoratori.

Fonte: eHow