Do bad things“. True Blood è rientrato in produzione: la serie cult targata HBO è partita domenica sera con un nuovo ciclo di episodi. Il telefilm ha riscosso un enorme successo di pubblico e critica grazie alla sua accattivante commistione di generi, proponendo ai telespettatori un prodotto talmente trash da essere un guilty pleasure imperdibile.

Dopo il finale aperto di “Beyond here lies nothin'” cosa accadrà quest’anno a Bom Temps? Leggete attentamente l’inserzione presente sulla vostra bottiglia: Bill è scomparso e Sookie non si darà pace finché non ritroverà il suo amato Vampy-Toy. Secondo il creatore della serie, Alan Ball, la terza stagione sarà ancora più splatter e violenta delle precedenti e assisteremo a una bollente scena di sesso tra due personaggi molto amati dai fan.

Il plot è tratto dal romanzo “Il club dei morti“, rivisitato dagli autori, in cui la protagonista, interpretata dal premio oscar Anna Paquin, collaborerà con un misterioso licantropo, Alcide Herveaux: l’uomo le farà da guardia del corpo e la aiuterà a rintracciare Bill. Nel corso delle puntate conosceremo inoltre, il re vampiro del Mississippi e il suo compagno Talbot, insieme da più di 700 anni. Sam, invece, andrà alla ricerca del suo passato, mentre Jason dovrà affrontare il senso di colpa per aver ucciso Eggs. Infine Lafayette inizierà una relazione con un giovane infermiere e Jessica finirà nei guai per la sua sete di sangue.

Citando lo slogan promozionale dello scorso anno, il True Blood fa male così bene da aver alimentato nei mesi scorsi numerose speculazioni sui possibili risvolti narrativi, merito anche dell’ottima campagna di lancio della HBO, la quale ha recentemente rilasciato 12 poster virali e 6 miniepisodi con la funzione di traghettare il pubblico dalla seconda alla terza stagione, rivelando anticipazioni e ampliando alcune storyline.