Quali sono le ansie materne più comuni? Che cosa temono maggiormente le mamme quando hanno un bimbo piccolo da crescere? Salute a parte, ci sono tutta una serie di pensieri che spesso tolgono il sonno, più degli stessi neonati che scambiano il giorno con la notte.

Leggendo un’insolita classifica dedicata alle più comuni ansie materne, stilata al termine di un sondaggio promosso da Huggies, molte donne con figli al seguito si rivedranno indubbiamente in questo ritratto della mamma moderna, talmente attenta allo sviluppo intellettivo e fisico del suo pargolo da metterlo continuamente in paragone con altri bimbi, meglio se coetanei, figli di amiche, conoscenti, vicine di casa e perfette sconosciute.

Si, perché a far nascere le principali ansie in una madre sono proprio i confronti con le altre mamme, che nascono spontanei in una sorta di competizione che deve stabilire chi ha il bimbo più precoce, alto, intelligente e con una ricca parlantina già dai due anni.

Intervistando duemila mamme di bimbi sotto i sette anni di età, è scaturito come la paura più grande sia oggi subire critiche a proposito del metodo educativo, della capacità di rendere autonomo un bambino, di farlo socializzare e piano piano diventare una persona adulta equilibrata e serena.

Un esercito di mamme competitive, quindi, che spronano il proprio figlio a fare i primi passi, ad abbandonare il pannolino, a parlare e a compiere progressi importanti per la sua crescita prima degli altri, e possibilmente meglio degli altri. Non solo. Sembra che questa paura del confronto spinga una mamma su tre a evitare alcuni posti particolari, come i giardini pubblici, dove di solito è più facile che avvengano raffronti di questo tipo tra bambini della stessa età.

Quello che raccomandano gli esperti in pediatria e psicologia infantile, invece, è di evitare confronti e di considerare ogni bambino come un soggetto unico, con tempi di crescita e fasi di sviluppo differenti che spesso non coincidono con quelle degli altri. Ecco come la psicologa Emma Kenny ha commentato i risultati del sondaggio.

“I bambini, proprio come gli adulti, sono individui che hanno esperienze diverse e i loro mondi sono a loro modo unici. Mentre alcuni bambini sembrano raggiungere senza sforzo ogni tappa, per gli altri ci vorrà più tempo, che è del tutto normale in quanto questi sono stereotipi di sviluppo, non assoluti”.

Ma diamo un’occhiata, infine, alla bizzarra top ten delle ansie di una mamma, che desidera vedere il proprio bimbo compiere al più presto tutti questi passi.

1. Andare sul vasino

2. Dormire tutta la notte

3. Camminare da solo

4. Parlare

5. Leggere

6. Scrivere

7. Non bagnarsi durante la notte

8. Mangiare cibo solido

9. Contare fino a dieci

10. Fare amicizia

Fonte: Parentdish