La sorella più irrequieta di Michael Jackson, La Toya, ha sconvolto i suoi fan con rivelazioni a dir poco scioccanti su alcuni capitoli bui della sua vita. La Toya, infatti, ha pubblicato e presentato al pubblico la sua autobiografia in cui racconta se stessa e le esperienze più significative della sua crescita professionale e personale.

Tra gli episodi più sconvolgenti, il racconto delle violenze psicologiche e fisiche che la donna ha subito a causa del marito Jack Gordon, che ha abusato di lei per anni. L’uomo nel 2005 è morto, per cui non può nemmeno smentire o difendersi.

Galleria di immagini: La Toya Jackson

Nel libro, la sorella del compianto Michael non poteva non citare il suo adorato fratello, che compare anche in copertina in una fotografia che li ritrae insieme, ma le dichiarazioni che più hanno destato scalpore e stanno facendo il giro del Web sono quelle relative al suo matrimonio violento e complicato.

Nei passi in cui La Toya parla di Jack Gordon, l’autrice descrive il suo compagno come un uomo violento e depravato che, non solo l’ha picchiata per anni, ma l’ha violentata anche psicologicamente con minacce e botte, costringendola a fare sesso di gruppo contro la sua volontà.

Inoltre, durante una delle interviste che La Toya ha rilasciato per la promozione del suo libro, sull’emittente Cbs la cantante e modella ha raccontato:

“Mio marito mi offrì a Mike Tyson per centomila dollari”.

Questa contrattazione particolare poi non si realizzò, ma è evidente quanto La Toya abbia sofferto nella sua vita, prima accanto al marito e poi in seguito per la scomparsa del fratello.