Il trend della moda dell’estate 2011 ha riportato in auge la treccia, must di stagione che rende il look dei capelli da spiaggia, e non solo, chic e trendy. Oltre a essere in voga, questa acconciatura è il modo migliore per mantenere i capelli in ordine e un’ottima arma per chi soffre le alte temperature del solleone d’agosto. Ideale per tutti i tipi di viso e d’età, è preferibile realizzarla il giorno dopo che si è fatto lo shampoo per avere un risultato ottimale e mantenere in salute il cuoio capelluto.

La treccia più nota è senza dubbio quella alla francese, benché esistano tantissime varianti create dagli hair stylist internazionali per ogni tipo di capello, in grado di valorizzare l’immagine grazie a un abbinamento con un look etnico o sbarazzino piuttosto che classico ed elegante a seconda del vestito e dell’occasione in cui si intende sfoggiarla. Chiamata anche treccia cucita, è la più indicata per ogni momento: dal party notturno alla corsa mattutina al parco, perfino al colloquio di lavoro. Per realizzarla si parte dalla zona più alta della testa e si inizia a intrecciare una parte di capelli da un lato all’altro, fino a concentrare il disegno nella sezione centrale della nuca: esalta la bellezza del viso con un gioco di luce di riflessi.

La treccia campagnola, simbolo dello stile casual, è la giusta scelta per chi ha capelli selvaggi e spettinati o secchi e sciupati, ideale com’è sia sulla spiaggia di giorno per prendere il sole che per sottolineare un look sbarazzino di sera. Anche se i capelli tendono ad annodarsi, questa variante molto easy portata morbida e appoggiata su una spalla, esalta la femminilità e dona un allure adolescenziale alla Lolita, dolce e malizioso.

Quella a spina di pesce, invece, è molto difficile da realizzare ed è indicata soprattutto per chi ha particolare cura dei dettagli e ama sottolineare un’immagine sofisticata piena di fascino. Consigliata per le donne che portano una maxi chioma lunghissima, questo tipo di treccia è sempre “in” e originale, pettinata sia lateralmente che lungo la schiena abbronzata.

Chi ha una pelle diafana da difendere dagli aggressivi raggi solari, può pensare di esaltare questa caratteristica con una treccia in stile neoromantico e retrò: una pettinatura dell’ottocento che sottolinea con semplicità lo stato d’animo decadente e poetico di chi la sfoggia. Un’altra acconciatura dal sapore vintage è la treccia a cerchietto. Delicata e raffinata, si crea a partire da una treccia realizzata da un lato del capo fino all’altro formando una coroncina di capelli intarsiati; in essa si possono poi incastonare fiori o piccoli Swarovski per un coupé de foudre cinematografico.

Se si ha poca dimestichezza a mettere ordine in testa e tra i capelli, il consiglio migliore è fare pratica con la variante più semplice: partire da una coda di cavallo e dividere i capelli in tre gruppi da intrecciare. Fashion tip: arricchire l’acconciatura con un fermaglio di strass per un finale scintillante. Nel periodo estivo chi non cade in tentazione di farsi fare le treccine per sentirsi una novella Pocahontas? La tipica acconciatura afro style è di rigore in particolare per chi vuole sottolineare un look animalier e divertente.

Anche le celebrities internazionali, secondo Our Vanity, vanno pazze per la treccia: Rachel McAdams le preferisce romantiche e delicate con un fiore rosa mentre Diane Kruger ama il french style con un trucco impeccabile di Chanel, Sienna Miller sceglie il look casual che la rende meravigliosa e inimitabile e infine, su tutte, Jessica Alba vince con il look strabiliante del capello raccolto da due trecce french style laterali: originale e irresistibile.