È stata la regina dell’estate, ma nonostante questo la treccia non accenna ad abbandonare il suo primato di hair look preferito da stilisti e star. Declinata nelle sue decine di varianti, è stata aampiamente avvistata sulle passerelle delle fashion week autunnali, sulla testa di molte celebrities e persino nei campi da tennis degli U.S Open.

Galleria di immagini: Treccia: regina delle sfilate

Comoda, elegante e alla moda, la treccia è infatti un passpartout perfetto per qualsiasi look, purché si sappia scegliere quella giusta per il proprio viso e per l’occasione. Oltretutto, con l’evidente ritorno in auge di uno stile preppy, “scolastico” e bon ton, questo tipo di acconciatura si impone inevitabilmente.

Gli outfit perfetti per l’autunno-inverno prevedono infatti un’immagine romantica, semplice, da studentessa universitaria che non ha bisogno di tacchi altissimi o minigonne per farsi notare. La treccia è quindi la compagna perfetta di un look simile, sia portata morbida e scomposta appoggiata sulla spalla, sia ordinata e ben attaccata alla nuca.

Quest’ultimo tipo di treccia, chiamata generalmente “milkmaid“, è quella più in voga tra le ragazze inglesi e le star, perché consente di tenere i capelli in ordine senza sembrare per questo eccessivamente eleganti. è lo stile preferito da Sienna Miller, che non per niente è considerata una delle attrici più raffinate e semplici di Hollywood.

Riprendendo poi un’idea molto sfruttata dagli stilisti, alla treccia possono essere arrotolati nastri di tessuto, sottili o larghi a seconda dell’effetto desiderato. Il risultato è deliziosamente “boho-chic“, e con l’utilizzo di un materiale ricercato come lo chiffon o il velluto può essere utilizzato anche per una cerimonia o un evento importante.

Risolutiva e comoda, insomma, ma non sempre semplice da effettuare, soprattutto da soli. Per rispondere alle esienze di chi vorrebbe una treccia, magari elaborata, ma non ha la manualità necessaria o la voglia di arrangiarsi, negli Stati Uniti sono nati i Braid Bar, locali in cui è possibile sedersi e farsi acconciare i capelli con alcuni particolari intrecci, ricercati e alla moda.

Il primo è stato il Nine Zero One Salon di West Hollywood, che per una delle quattro trecce in menù chiede “appena” 25 dollari, seguito a ruota dall’esclusivissimo Barret’s Braid Bar di New York dove una treccia costa ben 45 dollari. Ma per le newyorkesi, si sa, l’eleganza non ha prezzo e chissà che la moda non arrivi anche da noi.

E chi non ha i capelli sufficientemente lunghi come fa? Una soluzione ovviamente c’è sempre. In commercio, sia su siti Internet come Hershersons sia da qualsiasi buon rivenditore di accessori per capelli, ci sono splendide trecce da applicare alla propria chioma, per creare acconciature altrimenti impossibili con le medie lunghezze. Il pregio è che tutto ciò avviene senza alcuna fatica e senza rovinare i propri capelli con le extension fisse, e puo’ essere rimosso in pochi secondi quando lo si desidera.

Fonte: MyDaily