Per tutti coloro che hanno sempre ammirato la bellezza, la professionalità e le doti artistiche di Sophia Loren, arriva una notizia davvero eccezionale: la vita della famosissima attrice verrà raccontata in una miniserie televisiva dal titolo provvisorio “La mia casa è piena di specchi”.

La serie TV è tratta dall’omonimo romanzo della sorella minore di Sophia, Maria Scicolone, la quale ha raccontato i sacrifici della sua famiglia e la storia di sua sorella.

Nella fiction Rai, che andrà in onda in primavera, la Loren interpreterà il ruolo di sua madre Romilda Villani, la prima a credere in lei, a sostenerla nelle sue scelte e a indirizzarla sulla via del successo.

Nell’intervista rilasciata a Ansa, la Loren rivela tutta l’emozione provata a girare scene che la riguardano così da vicino:

La mia vita, a riguardarla indietro, a ripensare a tutto, oggi che è diventata anche un film per la TV, è stata una favola che continua ancora e che spero non finirà mai. Ho finito dopo 12 settimane: una grande fatica ma piena di giorni per me emozionanti. Questà è una storia vera, vissuta, e ci siamo presi tutte le responsabilità, anche di tirare in ballo i parenti.

La grandissima Sophia ha spiegato che il suo obiettivo era quello di far conoscere la storia e il coraggio di sua madre a tutti. La miniserie, infatti, è dedicata a lei:

Questo film l’ho fatto per mia madre per mostrare cosa ha fatto per noi, come ha vissuto. Ha vissuto in amarezza, con la responsabilità di queste due figlie, in un ambiente povero come era la Pozzuoli di allora. Mia madre Romilda era una persona che sembrava determinata, piena di forze invece era fragile e non ha avuto soddisfazioni riversando su di me le sue speranze.