Essere vegetariani non è sempre una scelta: negli Stati Uniti si è scoperto che potrebbe essere una questione di allergia alla carne causata dal morso di una particolare specie di zecca. È quanto comunica il ricercatore Thomas Platts-Mills dell’Università della Virginia, il quale ha comunicato tutti i dettagli circa questa peculiare scoperta.

L’immunologo ha iniziato a soffrire, nel 2009, i sintomi dell’allergia alla carne, ovvero rush cutaneo, sintomi respiratori e shock anafilattico che potrebbe anche esser fatale se non curato prontamente. Questi sintomi però si manifestavano diverse ore dopo l’aver mangiato un qualunque tipo di carne, ovvero a distanza di circa 3-4 ore dal pasto.

L’uomo statunitense era deciso a comprendere il perché di effetti del genere, e nella primavera del 2011 è riuscito a scoprire che questo tipo di allergia alla carne è causato dal morso di una zecca, che rende gli uomini sensibili all’alfa-galattosio, ovvero un tipo di zucchero complesso che si trova comunemente nelle carni di alcuni animali quali bovini, suini e ovini. Questo alpha-gal rende quindi allergici alla carne, e di conseguenza non resta altro che diventare vegetariani.

Questo particolare tipo di zecca è la Amblyomma Americanum ma non è presente in Italia, solo in parte dell’America Centrale e del Nord America. In totale, negli Stati Uniti, i pazienti sensibili e identificati sono circa un migliaio, di cui il 90% ricorda di esser stato morso da una zecca prima di cominciare ad aver problemi con l’assunzione della carne. I casi registrati si concentrano tutti negli ultimi 10 anni.