L’intramontabile mito di Lady Diana torna a colpire a distanza di ben 14 anni dalla sua scomparsa, avvenuta nel tragico incidente a Parigi del 31 agosto 1997. Un mito come quello della “principessa triste” è destinato perdurare nel tempo nonostante tutto: ne è infatti la prova la notizia che a fine mese verrà venduta all’asta la copia dell’abito nuziale della principessa a un prezzo che parte da 76mila euro.

Non si tratta comunque dell’abito originale indossato da Lady Diana per il giorno del suo matrimonio, il 29 luglio 1981, ma di una fedele riproduzione dell’abito realizzata da Emanuel, il vero creatore dell’abito delle nozze, per la statua esposta al museo delle cere di Madame Tussauds.

L’abito è quasi identico all’originale: tutto infatti è stato riportato come nella versione autentica, eccezione fatta per due piccole e inevitabili differenze nella scelta dei tessuti. Sulla parte frontale del corpetto, l’antico merletto è molto simile all’originale ma non è lo stesso pizzo di Carrickmacross della Regina Margherita utilizzato per l’abito originale. Oltre a questo, anche l’indimenticabile velo, lungo ben 7 metri, è stato notevolmente accorciato misurando nella riproduzione “solo” 2 metri e mezzo.

Di certo non mancheranno le pretendenti all’abito di Lady Diana, entrato ormai nel panorama della {#moda} come simbolo iconico della storia recente della casata inglese dei Windsor, nonostante il prezzo stellare e decisamente al di sopra della portata di molte aspiranti sposine. Chi sarà così fortunata ad aggiudicarselo? Lo sapremo solo a fine mese.

Fonte: Adn Kronos