Il prossimo mese Camilla Parker Bowles compirà 70 anni, e in concomitanza con il suo compleanno è arrivata nelle librerie una biografia esclusiva, scritta dall’autrice Penny Junor, in cui si rivela che Lady Diana avrebbe minacciato più volte l’amante del marito Carlo.

Secondo quanto riporta la scrittrice, Camilla tornò nella vita del Principe Carlo alla fine del 1986, inizialmente come amica. Il periodo è quindi successivo alla nascita del Principe William e del Principe Harry e non coincide con la versione data dalla Principessa Diana a suo tempo, quando raccontò a Andrew Morton, autore della biografia Diana: Her True Story, che la relazione del marito con Camilla sarebbe ripresa prima della nascita di Harry.

Penny Junor riporta che, nonostante Diana avesse storie extraconiugali, era ossessionata da Camilla, tanto da confrontarsi con lei pubblicamente a una festa a Richmond, in casa di Lady Annabel Goldsmith, nel 1989. Camilla, volevo solo farti sapere che so esattamente cosa sta succedendo tra te e Carlo. Non sono nata ieri”, avrebbe detto Lady D a un’infuriata Camilla, umiliata davanti a tutti i presenti.

L’uscita della biografia Diana: Her True Story, in cui si raccontano i problemi di bulimia, i tentativi di suicidio di Diana e la sua ossessione per Camilla, ha reso la vita molto difficile all’attuale Duchessa di Cornovaglia, tanto che non poteva uscire di casa senza essere fotografata. Il 9 dicembre 1992, il Primo Ministro John Major annunciò la separazione, ma non il divorzio, tra il Principe Carlo e la Principessa Diana; il mese successivo, uscì la trascrizione di una cassetta che è ricordata con il nome di “Camillagate”.

La cassetta riportava una conversazione telefonica tra Camilla e il Principe di Galles del 1989 molto intima ed esplicita e risultato di una serie di chiamate notturne che Carlo faceva con frequenza alla sua amante. Tutte le cassette relative rivelano una relazione profonda oltre all’intesa sessuale, ma Camilla venne presa di mira da allora dalla stampa e dalla gente che le inviava lettere minacciose, che la chiamava a tutte le ore del giorno e della notte, e fu costretta a non lasciare casa sua per molto tempo.

Anche la Principessa Diana, secondo quanto riporta Penny Junor, avrebbe chiamato più volte Camilla nella notte, minacciandola con frasi del tipo: “Ho inviato qualcuno a ucciderti. Sono fuori in giardino. Guarda fuori dalla finestra; puoi vederli?”. Lady D stava affrontando un brutto periodo, iniziando ad essere paranoica e a vedere complotti contro di lei ovunque. “Diana non pensava solo di essere la vittima”, ha detto uno degli amici di Charles, “lei coltivava la cosa – e giocava tutte le carte possibili. Ho smesso di dispiacermi per lei perché non mi piaceva quello che stava facendo”.

Nel novembre 1995, Diana parlò pubblicamente della relazione extraconiugale del marito durante un’intervista a Martin Bashir per la BBC, spiegando i motivi della fine del suo matrimonio con il Principe Carlo. “Eravamo in tre in questo matrimonio”, disse, “quindi era un po’ affollato”.