L’indimenticabile Lady Diana sarebbe stata una nonna fantastica per i suoi nipoti, il principe George e la principessa Charlotte, i figli di William e Kate Middleton: questo è quanto raccontato da un’amica molti vicina alla Principessa del Galles, Julia Samuel, la quale in una nuova intervista ha rilasciato parole di ammirazione nei confronti della compianta principessa più amata dal popolo britannico.

Sarebbe stata una nonna fantastica” ha dichiarato la stessa a You Magazine, una rivista del Daily Mail, “mi si spezza il cuore anche solo al pensiero, perché sarebbe stata veramente fantastica”.

Quella che ha legato Lady D e Julia Samuels è un’amicizia longeva iniziata nel 1987 dopo una cena: da quel momento le due sono apparse insieme in più occasioni e la stessa Julia, a quanto pare, ha anche vissuto vicino a Kensington Palace.

Un’amicizia che ha visto la principessa Diana diventare madrina del figlio di Julia, Benjamin, quindi non è stata affatto una sorpresa quanto il Principe William e Kate l’hanno scelta a sua volta come madrina del loro primogenito, il principe George, ricambiando così l’onore.

Negli otto anni in cui Lady D è stata parte della vita di Julia, a detta della stessa è stata “la madrina più splendida, calorosa, amorevole e divertente”. “Diana è il mio modello, punto a diventare una madrina brava come lei.

L’amicizia che l’ha legata con Lady D sembra non essere mai svanita e anche a così tanti anni di distanza dal tragico incidente che l’ha vista vittima, la Principessa è ancora viva nei ricordi di Julia: “tengo una fotografia di noi due insieme sulla mia toletta, e dopo circa un anno la rimetto nel cassetto per poi tirarla ancora fuori e nonostante la mia mente lo sappia, il mio cuore non vuole accettare che lei non ci sia più”.

Delle volte quando sono felice prendo la foto, do una strofinata al vetro e le sorrido” racconta malinconica “ma ero così incredibilmente furiosa quando è morta, e lo sono ancora. Mi ci è voluto molto, molto tempo per accettare che fosse morta”.

Julia è oggi la fondatrice di un’associazione benevola chiamata Child Bereavement che supporta le famiglie quando un genitore o uno dei figli sta passando un lutto: il Principe William è invece il patrono reale.

Ha una profonda empatia” ha dichiarato la donna del Duca di Cambridge “che si fa notare e che per questo fa sentire meglio le persone dopo averlo incontrato. Ha quella genuinità che anche Diana aveva, lo possono vedere nel suo volto e sentire nelal sua voce. È caloroso ma molto diretto, proprio come lei”.