Lady Gaga sarà la prossima a essere portata in un tribunale russo per “propaganda gay”, dopo la convocazione di Madonna per le stesse ragioni. Secondo un attivista russo, i gruppi omofobi stanno solo aspettando che arrivi a San Pietroburgo il prossimo dicembre per presentare la richiesta al tribunale.

Galleria di immagini: Lady Gaga a Milano con Donatella Versace

Lady Gaga porterà il suo Monster Ball Tour in Russia il prossimo 9 e 12 dicembre, a San Pietroburgo prima e Mosca poi. E secondo Nikolai Alexeyev, un attivista per i diritti LGBT, avvocato e giornalista già finito nei guai per le sue campagne, ha dichiarato che i gruppi anti-gay che hanno mosso guerra a Madonna stanno aspettando la giovane star per fare lo stesso:

«Sono sicuro che la gente che sta facendo questo in tribunale farà la stessa cosa con il concerto di Lady Gaga, a dicembre. Credo che stiano usando questa pubblicità, usando persone famose per attirare l’attenzione su se stessi, visto che nessuno sa chi sono.»

Madonna infatti, dopo il suo recente concerto in Russia, è stata convocata l’11 ottobre in tribunale dal gruppo anti-gay, che l’ha accusata di “propaganda alla sodomia, lesbismo, bisessualità e transgenderismo”, per aver chiesto al pubblico di mostrare la propria solidarietà per la comunità LGBT che in Russia è più che discriminata.

Lady Ciccone al momento sta semplicemente saltando i processi, che probabilmente non porteranno da nessuna parte in ogni caso. E poi sarà il turno della Germanotta, a seguire ancora una volta le orme della star.

Fonte: Sky