L’attesa è ormai finita per tutti gli appassionati di Lady Gaga che, da diversi giorni, invocano a gran voce il video dell’ultimo singolo. Ecco la première della prima versione di “Born This Way“, rilasciata dalle pagine Facebook, Twitter e VEVO della cantante. A questo video seguirà, nei prossimi giorni, una versione acustica totalmente pensata per la distribuzione via iTunes, cui i proventi andranno interamente in beneficenza.

Lady Germanotta conferma con questo filmato, creato in collaborazione con la Haus of Gaga e Nick Knight, tutte le aspettative dei fan. Il tema centrale, infatti, è lo stile alieno che abbiamo potuto ammirare sul palco dei Grammy e anche sulla copertina del singolo.

Galleria di immagini: Born This Way Video Lady Gaga

Il girato, della durata superiore ai 7 minuti, si apre con una narrazione in pieno richiamo “V-Visitors“. Lady Gaga è la regina di questo pianeta extraterrestre, un mondo pensato per una nuova razza di umani particolari:

“La nuova razza senza pregiudizio, senza critica, per una libertà senza confini.”

La tollerante regina, però, dovrà dar vita a un nuovo essere che, pur di essere perfetto, dovrà contenere in sé anche il germe del male. Ed ecco, perciò, una particolare scena di parto alieno, da dove è stato tratto il fotogramma fatto circolare ieri.

Dopo questa intro cinematografica dai vari rimandi ufologici, inizia la canzone vera e propria. Gaga è vestita da un intimo decisamente succinto e, sempre munita di spalle aguzze, zigomi appuntiti e piccole corna, con un gruppo di danzatori ripete la coreografia già intravista ai Grammy. Le immagini, susseguite da inquadrature quasi caleidoscopiche, si spostano poi su una coppia che tutti i little monsters hanno già avuto modo di conoscere: quella tra Stefani e Rick Genest, il tatuatissimo modello già ingaggiato per la collaborazione con Mugler. Gaga si intrattiene e balla con il giovane, in una mise elegante contrapposta ai capelli rosa e ai volti di entrambi rigorosamente tatuati.

Il balletto prosegue, quindi, con l’immagine di tutti i ballerini avvinghiati alla cantante, ricoperti da una sostanza gelatinosa che, in senso lato, potrebbe essere ricondotta alla placenta del parto della regnante del pianeta. Gaga appare, inoltre, in una teca trasparente, con tanto di caschetto dell’ultimo servizio Vogue, circondata da teste a metà strada tra le maschere e i teschi. Sembra, a conti fatti, che da un lato il video enfatizzi le diversità, per poi accomunarle e assorbirle in un unico essere, così come sottolineato appunto dal groviglio di corpi e dall’indistinguibilità delle maschere.

Il filmato si chiude con rimandi agli anni ’80, con due individui che si incontrano. Sarà un unicorno, forse, a fare incontrare un alienissima Gaga, ma dal trucco molto eighties, con una probabile anima gemella.

In definitiva, un video allegorico che richiama all’esaltazione della diversità, con rimandi dark e a tratti horror in pieno stile Lady Gaga. La cantante, è noto, ha fatto dell’esaltazione del brutto, del non comune, il suo cavallo di battaglia. Non mancano, infine, numerosi simboli sia religiosi che massonici, come il triangolo, le corna, l’occhio: che Lady Gaga voglia diventare una nuova evangelizzatrice?