È sbarcato ieri sul mercato internazionale il nuovo album di Lady Gaga, “Born This Way“, e in pochissime ore ha già mandato in tilt Amazon.com, il sito dedicato allo shopping tra i più grandi e forniti della rete. Infatti, l’offerta lanciata dalla compagnia di Seattle che permetteva l’acquisto del disco in formato mp3 durante il primo giorno di vendite a soli 99 centesimi di dollaro, una cifra pari a 0,70 centesimi di euro, ha letteralmente bloccato i server causando ritardi e notevoli disagi in seguito all’enorme volume di richieste da parte dei clienti del sito.

Dalla home page della sezione musica, online on line dal 2007, e dalla propria pagina Twitter, Amazon ha poi ringraziato i partecipanti alla promozione, scusandosi per i problemi riscontrati durante il processo di vendita e assicurando l’allettante prezzo a chi avesse già effettuato precedentemente le operazioni di pre-ordine.

Galleria di immagini: Lady Gaga Judas

Durante le prime ore in cui è stato disponibile, il sito ha ricevuto solo 300 recensioni su “Born This Way”, divise in maniera più o meno equa tra positive e negative, contro le 13.000 di iTunes, il più grande venditore di musica online di casa Apple, dal quale ogni anno passa oltre il 90% delle transazioni relative all’acquisto di brani in formato digitale. Tra gli insoddisfatti, la maggior parte ha reclamato l’impossibilità di scaricare tutti e 14 i brani, senza fare un reale riferimento alla qualità dell’album, falsando sensibilmente le valutazioni disponibili per i futuri acquirenti.

Per le prime statistiche sul nuovo album di Stefani Germanotta bisognerà però attendere la prossima settimana, quando il sistema di tracking di vendite Nielsen SoundScans renderà nota le classifiche aggiornate.