Mentre tutto il globo balla il singolo “Born This Way“, già record sia su iTunes che nella classifica Billboard, Lady Gaga pensa all’imminente album omonimo previsto per il mese di maggio. I giornalisti di Rolling Stone e CNN, tuttavia, hanno potuto ascoltare le prime sei tracce in anteprima durante le ultime date del “Monster Ball Tour”. Di seguito, la recensione delle canzoni di uno degli album più attesi dell’anno.

La prima canzone è “Judas“, il vociferato prossimo singolo. A quanto trapelato dai critici statunitensi, il brano sarà dance in perfetto stile Gaga, con sonorità house e atmosfere da Rihanna. Il testo parlerà dell’innamoramento verso la persona sbagliata, ma sarà molto meno dark e criptico rispetto a “Bad Romance”. Ecco un piccolo estratto dal testo:

Galleria di immagini: Lady Gaga Grammy Awards 2011

“I’m just a horny fool / baby it’s so cool / I’m still in love with Judas, baby.”

Si prosegue poi con “Edge of Glory“, una potente ballata dai beat club scritta con la partecipazione di Clarence Clemons al sassofono. Secondo i critici, questa canzone ha tutte le carte in regola per diventare una delle più clamorose hit di Lady Gaga.

Di “Scheiße” i fan hanno già avuto un’anteprima remixata grazie alla collaborazione della Germanotta con Mugler. La versione originale non è ovviamente house, ma conserva il ritmo anni ’90 che la caratterizza, quasi fosse una collaborazione insolita con gli Snap e Ru Paul. E per quanto riguarda i cori, c’è addirittura chi la paragona a “Eyes of the tiger”.

Hair” sembra essere il brano più pregno dell’album, almeno a livello musicale, e addirittura parrebbe ricordare lontanamente i Nine Inch Nails. Il testo sembra essere incentrato sull’espressione della propria identità tramite i capelli, con un ritornello martellante “I am my hair“.

You and I” è l’unica traccia già suonata dal vivo da Lady Gaga. Una ballata teatrale e rock che i fan già conoscono alla perfezione, essendo ormai da mesi inglobata nel tour della Germanotta. L’anteprima si conclude con la nota “Born this way”, di cui tutti abbiamo imparato pregi e difetti. Non resta che attendere il prossimo maggio per scoprire se queste indiscrezioni si siano rivelate veritiere e se, davvero, l’album sarà il disco del decennio.