A quanto pare la consacrazione definitiva a postar di caratura mondiale arriva nel momento in cui si incontrano gli sfavori della Chiesa. Come avvenne per Madonna negli anni Ottanta, ora è Lady Gaga a trovarsi nell’occhio del ciclone e a essere condannata da una Parrocchia Battista americana.

Già da gennaio, infatti, la Chiesa Battista di Westboro, capitanata dal Pastore Fred Phelps, si era schierata contro la cantante, colpevole di guidare “una rivoluzione contro Dio” facendosi portavoce dei diritti dei gay e cercando di sedurre e traviare i giovanissimi con i suoi balletti troppo sensuali.

I fedeli della Chiesa Battista in questione si sono fatti notare manifestando in occasione delle uscite ufficiali della Germanotta, mostrando eloquenti cartelli che affermavano “God hates Gaga“, ma hanno anche fatto ricorso a mezzi ancora più tecnologici.

La nipote del pastore Phelps, Megan Phelps-Roper, all’inizio dell’anno ha caricato su YouTube dei video in cui cantava le canzoni di Lady Gaga riadattandone le parole con versi che forse non si addicono propriamente a una fervente cristiana, usando espressioni del tipo “You and your whorish face”.

L’ultimo video è uscito pochi giorni fa e la canzone utilizzata è, ovviamente, “Telephone“, le cui parole sono state cambiate ad arte per avvertire la cantante che la sua anima ha un brutto destino pronto ad attenderla. Infatti, secondo la Phelps, Lady Gaga, con tutta sicurezza, finirà all’inferno.

Stop praying, stop praying, God will not hear you anymore / You taught the boys and the girls to be proud whores… Go devil spawn, you just keep pushing on to the hell where you will forever burn.

[Traduzione: Smetti di pregare, smetti di pregare, Dio non ti ascolterà più / Hai insegnato ai ragazzi e alle ragazze come essere orgogliose sgualdrine… Vai stirpe del Diavolo, ti stai solamente spingendo verso l’Inferno dove brucerai per sempre.]

Per i più curiosi ecco il primo video uscito a gennaio, con il riadattamento di “Poker Face”.