Autrice, musicista, trend setter e ora forza politica. Sembra che non ci siano più limiti alle potenzialità di Lady Gaga, che, con il tempo, sta iniziando ad avere una posizione importante nel mondo, non solo in quello musicale. Sembra, infatti, che la cantante abbia avuto un ruolo centrale nello scandalo Wikileaks che sta facendo tremare le relazioni diplomatiche a livello planetario.

Tutti ormai si chiedono come sia stato possibile copiare indisturbati tutti i dossier confidenziali in mano alle autorità USA e, a quanto pare, la musica di Lady Gaga ha avuto una funzione predominante in tutto ciò.

Bradley Manning, il principale responsabile della fuga di notizie, ha dichiarato di aver riversato tutti i dati compromettenti su un CD riscrivibile su cui inizialmente aveva masterizzato l’album di Lady Gaga, al fine di non dare nell’occhio. Non solo, infatti l’uomo ha anche confessato di aver usato Telephone come colonna sonora della sua scorribanda nella banca dati riservata ai soli alti funzionari americani, e di averla canticchiata mentre riversava tutte le informazioni su CD, in modo da sembrare intento in qualcosa di ben diverso rispetto a quello che stava effettivamente combinando.

Dal canto suo, Lady Gaga ancora non ha rilasciato nessuna dichiarazione, cosa che le sarebbe anche particolarmente difficile in questo momento. La cantante è infatti in pieno “sciopero” da Facebook e Twitter per beneficienza e, pertanto, occorrerà aspettare ancora un po’ per sapere la sua opinione riguardo questo suo inatteso ruolo di involontaria spia internazionale.