La pop star più in voga del momento, Lady Gaga, ha davvero rischiato tutto andando a finire in bancarotta per finanziare il suo spettacolare “Monster Ball Tour“, che, dopo aver fatto il giro del mondo per oltre diciotto mesi con lo scopo di promuovere il suo precedente album “The Fame Monster”, ha finalmente chiuso questo mese dopo ben 200 spettacoli all’insegna del tutto esaurito e oltre due milioni e mezzo di presenze.

A rivelarlo è stata proprio la stessaGermanotta al comico inglese Stephen Fry, durante un’intervista per il “Financial Times“, nel numero di domenica dell’autorevolissimo giornale finanziario del Regno Unito. Colpevoli di aver fatto lievitare alle stelle i costi di produzione, sarebbero stati proprio gli elaboratissimi costumi e le imponenti scenografie che hanno caratterizzato il tour partito nel 2009 e durato oltre 18 mesi, facendo poi rientrare nelle tasche di Gaga e soci ben oltre 227 milioni di dollari. Col senno di poi, una scelta più che azzeccata.

Galleria di immagini: Lady Gaga e il Monster Ball Tour

“Ho messo tutto nello spettacolo e davvero sono andata in bancarotta dopo il primo segmento del tour. Però è stato divertente perché non ne sapevo nulla! Avevo cinque singoli al primo posto in classifica, il “Monster Ball Tour” che stava andando alla grande e mi sono sentita dire “Bene, sei in debito di 3 milioni di dollari.”

Stefani ha poi confessato a Fry che da quando è salita alla ribalta, sono solo due le cose che ha acquistato con i suoi guadagni milionari, entrambe per i propri genitori: una valvola per il cuore del padre e una fiammante Rolls-Royce per l’anniversario di matrimonio dei propri genitori, Joseph e Cynthia Germanotta.