La regina della musica pop, e negli ultimi tempi anche delle minoranze, è inciampata in una fitta polemica a sfondo razzista. Da qualche ora, infatti, in Rete è disponibile il testo di “Born This Way“, il singolo che verrà presentato ai Grammy il prossimo 13 febbraio. Le associazioni latine statunitensi, dopo averne letto le strofe, sono andate su tutte le furie e hanno accusato la Germanotta di poco rispetto delle identità dei gruppi etnici. Lady Gaga è quindi razzista?

In “Born This Way” apparirebbero le parole “‘Chola” e “Orient” che, secondo i gruppi dei Chicanos Unidos Arizona e del MEChA, costituirebbero un grande disonore per la comunità latina, perché appellativi poco idonei per identificare questo gruppo razziale.

In realtà, la polemica sembra più cavalcare l’eco mediatica della diva del momento che presentare una critica fondata alla cantante. Proprio questa canzone, infatti, è stata definita come il nuovo inno alla diversità, perché spronerebbe le persone a essere orgogliose della propria identità, sia essa etnica, sessuale, religiosa o quant’altro.

Galleria di immagini: Lady Gaga III

Dopo la lunga lotta per il “don’t ask, don’t tell“, la legge statunitense che vietava ai militari omosessuali statunitensi di dichiarare il proprio orientamento sessuale pena l’esclusione dall’esercito, Gaga pare aver ampiamente dimostrato il proprio impegno per il rispetto e la salvaguardia di tutte le minoranze, in particolare la comunità GLBT. Appare strano, perciò, che la popstar abbia deliberatamente deciso di offendere la popolazione latina con la propria canzone. Al momento, però, né la star né i suoi portavoce hanno rilasciato dichiarazioni atte a dissipare ogni dubbio.

Nel frattempo, non resta che attendere la metà di febbraio quando finalmente “Born This Way” sarà presentata al pubblico.