I “little monsters” aspettavano questo momento da tempo, ma la possibilità di possedere un pezzetto di Lady Gaga è svanita nel nulla. Bob Leone, l’ex manager della star, e l’agenzia d’aste “Gotta Have It” avevano organizzato una vendita di CD e DVD rarità dell’eccentrica cantante, quando ancora si faceva chiamare solamente Stefani Germanotta. Lady Gaga e il suo staff, tuttavia, non devono aver gradito l’iniziativa, tanto da ricomprare l’intero catalogo per una somma rimasta riservata.

I fan, che da tempo affollavano siti Web e servizi telefonici per richiedere informazioni sull’asta, dovranno farsi forza e rimanere a bocca asciutta: le copie originali di “Demo (2002)”, “Stefani Germanotta (2005)”, “Stefani Germanotta Band, Words (2005)”, “Stefani Red And Blue (2006)” e il DVD con le performance live rimarranno ben sigillati nelle casseforti di casa Gaga.

Il motivo della decisione dell’interprete di “Alejandro” non è stato svelato. Un vero mistero, di conseguenza, si sta diffondendo sui social network: Lady Gaga non starà forse nascondendo qualche imbarazzante caduta di stile musicale del proprio passato? La risposta è però negativa, dato che molto del materiale all’asta è comunque presente sui network di P2P.

L’occasione, però, ha permesso a Bob Leone di rilasciare alcune dichiarazioni sulla storia della cantante. Pare che ai suoi esordi Stefani fosse decisamente timida, tanto da dover essere accompagnata sul palco dalla madre. Ma, fobie a parte cui Gaga ci ha ampiamente abituato, pare che già diversi anni fa la giovane presentasse un talento fuori dal comune.

E a chi le chiedeva cosa volesse ottenere dalla vita, Stefani era solita rispondere:

Miro alla dominazione del mondo!

Considerando come discografici, stilisti, radio, televisioni, giornali, cinema e fan la lodino in modo a volte spropositato, sembra che Gaga abbia pienamente raggiunto il proprio intento.