Pianista riconosciuta a livello internazionale, autrice dei brani di Britney Spears e delle Pussycat Dolls, cantante ai vertici delle classifiche mondiali. Lady Gaga non appare, però, sazia dei propri successi e, per questo, ha deciso di buttarsi in una nuova attività. Non parliamo del mondo dello spettacolo, bensì della politica.

Stefani Germanotta, come ormai noto, ha deciso di buttarsi a capofitto nella difesa dei diritti degli omosessuali, schierandosi in netto contrasto con il senatore John McCain. C’è anche chi, dato il fervore delle sue dichiarazioni, la vorrebbe come nuovo Presidente degli Stati Uniti. Non più Madonna, perciò, ai vertici della classifica dei rivali di Lady Gaga, bensì l’attuale presidente Barack Obama.

La giovane artista ha tenuto un vero e proprio comizio, dove si è appellata al diritto dei militari gay di esercitare la propria professione, ribaltando i contenuti del “Don’t ask, don’t tell“, il provvedimento che vieta agli omosessuali di partecipare come soldati alla difesa degli Stati Uniti. Il tutto, proponendo una nuova legge, la “If you don’t like it, go home“, “se non ti piace, tornatene a casa”.

Sono qui oggi perché voglio proporre una nuova legge. Una legge per rimandare a casa i soldati che hanno un problema con l’omosessualità. La nostra nuova legge si chiama “se non ti piace, tornatene a casa”.

Il messaggio di Lady Gaga è chiaro: non sono le persone omosessuali ad avere un problema, ma sono gli omofobi a dimostrare la loro inadeguatezza al lavoro di militare. Avere dei pregiudizi sui propri commilitoni gay, arrivando anche a effettuare vere e proprie violenze nei loro confronti, sarebbe assolutamente deleterio per la sicurezza e l’immagine degli USA.

Così come sottolinea il sito di Gay.tv, è la prima volta dopo tantissimi anni che un’artista si schiera così apertamente nei confronti della comunità omosessuale. Nemmeno Madonna, la più amata dal mondo GLBT, si era spinta a tanto.

In attesa di vederla Presidente degli Stati Uniti, Lady Gaga è la leader di un altro posto di rilievo, quello delle star peggio vestite. A chiederselo è Celebuzz, dati gli scioccanti outfit della cantante: dai nastri di rilevamento degli omicidi usati come biancheria intima, alle lattine di birra trasformate in bijoux per capelli, passando per i vestiti in vera carne bovina, Lady Gaga sarebbe la regina del disgusto. La cosa, però, non sembra impressionare la Germanotta che, come è noto, ha sempre dichiarato di voler portare il “brutto” sul palco, per dare rilevanza ai freak, o ai “Little Monsters” come lei li chiama, rispetto al mondo stereotipato dei media.