Della pop star più chiacchierata degli ultimi tempi si ricordano perlopiù i suoi scandali, le sue esibizioni trasgressive, i continui cambi di look e i comportamenti fuori dal comune. Intervistata su “Rolling Stone“, invece, Lady Gaga ha mostrato il suo lato sensibile e soprattutto l’interesse verso i problemi scatenati dai recenti disastri ambientali.

Come si legge su JustJared, infatti, la cantante statunitense partecipa alla campagna contro la British Petroil, compagnia petrolifera che ha provocato la marea nera. L’iniziativa, ideata dal produttore Jonathan Houseman Davis, è sostenuta da numerosi artisti che hanno scelto di non adoperare il carburante della BP durante i tour estivi.

La cover del numero di luglio di “Rolling Stone” è stata pubblicata in primis dal sito GagaDaily, che ha reso nota l’immagine della Germanotta in tenuta, diciamo così, militare. Bikini nero molto striminzito, lato B in evidenza e due fucili mitra puntati in alto che spuntano dalle coppe del reggiseno.

L’ennesima provocazione quindi, ma questa volta l’intento pare alquanto nobile e la protagonista blasfema del video scandalo “Alejandro” parla apertamente anche del suo modo di essere, di pensare, riflettendo sulle insicurezze che comunque la caratterizzano nonostante le apparenze.

Quando mi alzo la mattina, mi sento come ogni altra ventiquattrenne insicura. Poi mi dico, tu sei Lady Gaga, alzati e fai il tuo percorso anche oggi.

Qui di seguito una carrellata di immagini che mostrano le molteplici trasformazioni di Lady Gaga, pubblicate su Celebrity Gossip.