Lana Del Rey arriva finalmente nei negozi di dischi. Fino a ora si era parlato di lei per i suoi video che hanno conquistato un enorme successo virale, per la sua immagine da pin-up anni ’50, per le sue labbra forse rifatte e per le sue discutibili performance dal vivo, come quella molto criticata al Saturday Night Live. Ma oggi esce ufficialmente il suo album “Born To Die”.

Galleria di immagini: Lana Del Rey

Lana Del Rey aveva già esordito nel 2010 con “Lana Del Rey A.K.A. Lizzy Grant”, ma il disco era passato del tutto inosservato. Diversa storia invece a fine 2011, quando il video di “Video Games” ha cominciato a spopolare su YouTube, il pezzo è diventato rapidamente una hit in mezzo mondo e l’immagine della cantante è finita sulle copertine di varie e prestigiose riviste di musica, da NME a Billboard a Les inRockuptibles.

La cantante 25enne è quindi diventata un’icona della pop culture con appena una canzone. Il secondo singolo “Born To Die” ha però fatto crescere la curiosità  da un punto di vista musicale, dando anche il titolo al suo nuovo album in uscita nei negozi di dischi fisici e virtuali proprio oggi, 30 gennaio, mentre negli Stati Uniti arriverà domani.

L’album prosegue nelle atmosfere e nei suoni sulla linea dei pezzi già noti, tra ballate pianistiche che ricordano Fiona Apple, ritmi trip-hop di scuola Portishead, archi epici alla The Verve, qualche suono che sembra provenire dalla colonna sonora di “Twin Peaks” e la solita notevole carica sensuale della voce di Lana. Il disco contiene 12 tracce (più 3 bonus tracks nella versione deluxe), tra cui le già conosciute “Video Games”, “Born To Die”, “Blue Jeans” e “Off to the Races”.

Fonte: The Guardian