La parità dei sessi non è una questione rilevante solo dal punto di vista sociale, ora le donne condividono anche numerosi problemi che prima si pensavano fossero riconducibili solo al mondo maschile. Un recente studio, infatti, ha sottolineato come ormai anche il gentil sesso vada incontro, piuttosto frequentemente, all’ansia da prestazione

Lo rivela il sondaggio “Le italiane e il sesso“, condotto a Roma, Milano e Napoli su 600 donne tra i 18 e i 50 anni, di cui il 26% single. I risultati hanno fatto emergere una situazione non certo rosea che, in sostanza, mette anche l’ansia da prestazione femminile fra le possibili cause di crisi del rapporto di coppia.

La ragione dell’insorgere di questo nuovo problema è da ricondursi principalmente a ritmi di vita ormai sempre più “maschili”. In sostanza, anche le donne sono sottoposte sul posto di lavoro a uno stress paragonabile a quello degli uomini, che finisce inevitabilmente per comportare una insicurezza anche nell’ambito della coppia. A questo, secondo gli studiosi, occorre poi aggiungere l’abitudine al fumo e il consumo di alcolici.

Questo tipo di disturbo, se così lo vogliamo chiamare, si manifesta come un blocco della risposta sessuale, in ragione del quale la donna continua ad avere un senso di disagio per tutta la durata del rapporto con il partner. Secondo gli esperti, però, c’è un rimedio che può essere facilmente messo in pratica

Per risolverlo è fondamentale il dialogo con il partner, per condividere le difficoltà e migliorare l’intimità. Una strategia efficace è anche una dieta sana, riposare un numero adeguato di ore (8 per notte, per tenere a bada l’ansia) e praticare ogni giorno un po’ di movimento fisico, che facilita l’eccitazione.