Il latte materno è ricco di cellule staminali, in grado di essere trasformate in cellule di altro tipo e funzionali per diversi organi vitali. Ad affermarlo è uno studio presentato nel corso dell’International Breastfeeding and Lactation Symposium che si è tenuto di recente a Vienna promosso da Medela.

Ancora una conferma sui grandi benefici del latte materno, quindi, che è stato sottoposto ad analisi accurate da parte di due ricercatori, i quali hanno effettuato studi precisi isolando le staminali dal liquido trasformandole in laboratorio in altre tipologie cellulari, adipose, pancreatiche ma anche tessuto osseo o cartilagineo e neuroni.

Da approfondire, tuttavia, restano i vantaggi che queste cellule possono portare ai bambini allattati al seno, ma in ogni caso si tratta di una scoperta molto interessante poiché il latte materno viene prodotto naturalmente e in grandi quantità, per cui rappresenta una fonte fondamentale di cellule staminali.

Secondo il Manager Director della Medela Italia, Daniele Natali, questa ricerca è un grande passo in avanti in campo medico e potrebbe favorire ulteriori studi.

«L’esistenza di cellule staminali nel latte materno è senz’altro una scoperta affascinante che apre nuove prospettive in ambito clinico.»

Le proprietà benefiche del latte materno sono ormai note, soprattutto in merito ai principi nutritivi e alle proprietà anti-infettive e antiallergiche, fondamentali per favorire la crescita e lo sviluppo del bambino.