Dopo la lettera aperta inviata da Lino Banfi come appello per il ministro Sandro Bondi e il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi per tentare di far concedere un vitalizio a Laura Antonelli, l’attrice ha prontamente commentato il pensiero del collega ringraziando lui e tutti coloro che la stanno sostenendo.

Ringrazio Lino Banfi e tutti coloro che si stanno preoccupando per me. Mi farebbe piacere vivere in modo più sereno e dignitoso anche se a me la vita terrena non interessa più. Vorrei essere dimenticata.

La Antonelli vive da molti anni in totale isolamento a Ladispoli, con una pensione di soli 510 ? mensili: è davvero impensabile per tutti di poter vivere con una cifra così bassa, anche se purtroppo ci sono milioni di casi che non hanno modo di far sentire la propria voce. In molti si stanno comunque prodigando per sostenere l’attrice di “Malizia” e “Peccato veniale”.

Parole dunque di enorme sconforto per Laura Antonelli, che pare esser fortemente delusa dalla vita. Riconosce però che avere una maggiore sicurezza economica la aiuterebbe ad affrontare meglio le difficoltà, e Sandro Bondi ha praticamente deciso di avviare la procedura per il riconoscimento della legge Bacchelli a favore di Laura Antonelli, che le garantirebbe una quota aggiuntiva al mese.