Milano Moda Donna, giunta alla sua ultima giornata, ha acceso i riflettori anche sull’attesissima collezione Laura Biagiotti primavera estate 2018: si è svolta nella classica cornice del Piccolo Teatro Studio  la prima sfilata a pochi mesi dalla scomparsa della grande stilista, emblema indiscusso del Made in Italy più raffinato.

A caratterizzare la collezione motivi floreali ma anche rouches e linee essenziali che si fondono con garbo ad elementi sinuosi e dettagli moderni.

La sfilata si apre con un tripudio di righe a tutto colore affiancate da originali fantasie-cartolina: l’ispsirazione – ha spiegato infatti un’emozionata Lavinia Biagiotti Cigna, figlia della stilista e oggi a capo della Maison – è quella del viaggio, in particolare, quella del Gran Tour, ovvero il viaggio in Italia che nel XVII e XVIII secolo i giovani più facoltosi potevano compiere per approfondire la loro cultura.

A sfilare in passerella non mancano però anche romantici abiti in chiffon, ruches, applicazioni scintillanti e seducenti pizzi pensati per esaltare la femminilità con l’eleganza che da sempre contraddistingue lo stile Laura Biagiotti.

Il bianco, simbolo iconico della Maison, si riconferma protagonista anche nella collezione primavera estate 2018 e stupisce, conquistando l’applauso del parterre, attraverso inedite trasparenze e trafori geometrici dalle linee pure ed essenziali.

For ever Laura Biagiotti” è lo slogan scelto per l’evento, e in effetti l’emozione, legata al ricordo di uno dei volti chiave della storia della moda italiana, è palpabile e raggiunge il culmine quando, al termine della sfilata, sul maxi pannello, prendono vita immagini e titoli di giornale che ripercorrono le tappe salienti della vita di Laura Biagiotti, prima stilista a sfilare in Cina ma anche a far conoscere il Made in Italy in Russia.

Galleria di immagini: Laura Biagiotti primavera estate 2018, foto

In chiusura, a ricevere l’applauso affettuoso e commosso del pubblico, è stata Lavinia Biagiotti, che raccoglie l’eredità materna, anche attraverso le celebri forbici-ciondolo portate al collo, e che proprio a mamma Laura riserva il primo ringraziamento con un simbolico bacio mandato verso il cielo.

Tanti i volti noti presenti, tra cui Benedetta Parodi, Cristina Chiabotto, Natasha Stefanenko, Lorella Cuccarini, Alena Seredova, Nancy Brilli e Romina Power. Tutte, ça va sans dire, in rigoroso dress code bianco in omaggio alla Signora della Moda.