Lavorare da casa può essere molto stimolante e produttivo. Basta organizzare bene il proprio tempo, limitando il più possibile le distrazioni e impegnandosi molto. I vantaggi sono tanti, ma il telelavoro può anche non essere adatto a tutti, a causa dei ritmi che richiede, e delle aspettative di ciascuno.

Valutate se lavorare da casa vi è congeniale. Per alcuni è solo un modo di conciliare lavoro e famiglia ma se siete il tipo di persona che ha bisogno di un costante contatto fisico, che non può fare a meno di chiacchierare davanti alla macchinetta del caffè, allora probabilmente questa scelta non fa al caso vostro.

Ma se invece credete di potervi realizzare lavorando da casa, provate a scoprire se quello di cui vi occupate in ufficio può essere svolto anche in modalità di telelavoro prima di fare la richiesta al vostro capo. Se vi state preparando a diventare freelance, assicuratevi bene di avere abbastanza lavoro da svolgere prima di lasciare il vostro impiego attuale e considerate bene tutti gli aspetti legali relativi a chi si mette a lavorare in proprio.

Costruitevi un ufficio su misura. La cosa più importante è l’ambiente di lavoro. Deve essere uno spazio ergonomico ed efficiente, dove tutto è a portata di mano e dove voi ne siete i padroni incontrastati. Per lavorare comodamente davanti al computer è indispensabile stare comodi, con le braccia in linea con il busto, i gomiti piegati a 90 gradi e le mani appoggiate sulla scrivania.

Fate attenzione anche alla parte inferiore del corpo. I piedi devono essere ben posati sul pavimento ed è importante che la testa sia dritta, così da non dover sforzare il collo in posizioni innaturali. I polsi devono essere ben distesi quando si scrive o si usa il mouse. Tutti questi accorgimenti aiutano a lavorare meglio e a evitare il rischio di contratture e stanchezze.

Organizzatevi la giornata. Perdete un minuto a costruire un piano di lavoro e i vantaggi saranno evidenti. La concentrazione tende a diminuire nel giro di venti minuti quindi datevi i tempi: lavorate per 20 minuti e prendetevi una pausa di 20 secondi. In quei 20 secondi distogliete lo sguardo da quello che state facendo e osservate la stanza intorno a voi per resettare la vostra concentrazione.

Per rimanere più concentrati, uscite per fare una passeggiata al sole per 20 minuti. Questo vi sarà utile soprattutto se andate a dormire tardi la sera. Il sole, infatti, aiuta a stimolare la ghiandola pineale che produce la melatonina, l’ormone che regola il ciclo sonno-veglia.

Riducete i tempi morti. Chi lavora in ufficio di solito è portato a sprecare  tempo al telefono o navigando in Internet. Siate forti e impegnatevi a non aprire la posta personale all’inizio della vostra giornata lavorativa, e cercate di limitare l’uso del telefono e il controllo dell’email di lavoro solo in precisi orari stabiliti, per non perdere la concetrazione e distrarvi.

Aiutatevi con la segreteria telefonica e resistete alla tentazione di tenere sempre aperto il vostro browser. Stando a casa è facile inoltre venire risucchiate dalle faccende domestiche oppure dilungarsi un po’ nelle pause pranzo. Stabilite una mattina o un pomeriggio della settimana dedicato alle cose da fare in casa.

Eliminare i tempi morti e cercare di non essere distratte da amici e colleghi non vuole dire naturalmente che dobbiate murarvi vive nel vostro “home-office” per poter essere disciplinate e produttive. Anzi, non isolarsi dal resto del mondo aiuta a lavorare meglio. Ogni quattro o cinque ore mollate tutto e andate a fare una chiacchierata con qualcuno. Che sia il vicino di casa o il barista non ha importanza.

Al limite vanno bene anche le chiacchiere “virtuali”. Prendetevi una pausa e chattate con qualche amico o collega. Vi divertirete, allontanerete per un po’ la mente e quando vi rimetterete davanti al vostro lavoro sarete sicuramente più lucide e precise, oltre che rilassate.

Fonte RealSimple