I lavoretti di Carnevale con materiale riciclato sono una maniera intelligente e divertente per passare del tempo con i bambini durante questo periodo dell’anno: si possono realizzare lavoretti di Carnevale con rotoli di carta igienica, lavoretti di Carnevale con bicchieri di plastica, lavoretti di Carnevale con cartoncino, l’importante è che si tratti di materiale di recupero, per insegnare ai più piccoli una creatività sostenibile.

I lavoretti sono adatti sia ai bambini della scuola d’infanzia che della primaria, e specialmente in questo periodo si avvalgono di materiali e simboli tipici del Carnevale come la maschera, che si può realizzare con il fai da te, e i coriandoli, perfetti per i lavoretti creativi.

Tuttavia, utilizzando del materiale riciclato, si dà anche un altro valore al lavoretto, spiegando ai bambini che molte delle cose che si buttano potrebbero in realtà avere una nuova affascinante vita, eliminando così inquinamento e sprechi. I bicchieri di plastica posso essere quelli già usati e poi risciacquati, il cartoncino quello di imballo di alimenti come merendine o pasta, i rotoli si possono mettere da parte una volta terminata la carta igienica.

Vediamo, allora, alcuni lavoretti di Carnevale con materiale riciclato da fare con i bambini.

  • Maschera con pagine di fumetto. Con cartoncino, le pagine di un vecchio fumetto e la colla si può realizzare un’originale maschera di Carnevale. Ritagliate la sagoma della maschera dal cartoncino, realizzando i buchi per gli occhi, sovrapponetela a una pagina di fumetto (o a un giornale, a una rivista, a uno spartito etc), disegnate a matita la sagoma, ritagliatela e incollatela sul cartoncino. Realizzate con la punta della matita due buchi laterali e inserite un elastico, facendo dei nodini per fermarlo, per poterla indossare.
  • Clown con rotolo di carta igienica. Per realizzarlo servono rotoli di carta igienica finita, batuffoli di cotone colorato, cartoncino colorato, forbici, colla e pennarelli. Ritagliate dal cartoncino rosso la tipica bocca sorridente del clown, aggiungendo dei dettagli col pennarello nero, e incollatela nella parte bassa del rotolo. Ritagliate e incollate anche il tondo naso rosso. Col pennarello disegnate gli occhi, poi incollate ai lati il cotone colorato per realizzare i ciuffi di capelli. Create infine il cappello con un cartoncino rotondo per la tesa e un altro pezzo di rotolo incollati tra loro. Potete naturalmente aggiungere tanti particolari e dettagli per personalizzare il pagliaccio, dal papillon sotto la bocca al trucco colorato intorno agli occhi, magari incollando brillantini e glitter.
  • Animali della fattoria con bicchieri di plastica o bicchieri di polistirolo. Grazie ai colori acrilici, su bicchieri usati, lavati e posizionati al contrario, si possono dipingere gli animali della fattoria: i bimbi potranno poi infilarci le mani e usarli come marionette per creare divertenti storielle o imparare i versi degli animali. Qualche esempio? Se il bicchiere è bianco basterà il colore nero per realizzare con un pennello le macchie e gli occhi della mucca, mentre col rosa si può disegnare il suo simpatico naso sul muso. Dipingete di rosa il maialino, scegliendo un rosa più scuro per i dettagli come le orecchie e il naso, e nero e bianco per gli occhi. Col giallo di può fare il pulcino e così via, non c’è nessun limite se non la fantasia.
  • Cappellino con cartoncino. Riciclando del cartoncino e della carta regalo usata si può realizzare un simpatico cappellino per party. Per la sagoma è possibile reperire online il carta modello. Utilizzatelo per il cartoncino e per la carta da regalo, che poi incollerete sovrapponendole. Chiudete il cartoncino con la colla e aggiungete un elastico in due buchi per poterlo indossare.