Lavorare è senza ombra di dubbio una delle necessità primarie della vita, non sempre però capita di trovare il lavoro ideale che diverta e apporti anche un guadagno proficuo. Chiunque vorrebbe svolgere una professione e divertirsi nello stesso tempo, per rendere il tutto piacevole e poco stressante.

Niente paura però, perché per fortuna esistono dei mestieri che non solo sono divertenti, ma permettono anche di guadagnare bene: tra i lavori ideali per chi detesta la sedentarietà e ama il contatto con il pubblico figura il bartender (o barlady al femminile), professione che oltre a rinforzare le relazioni sociali stimola anche la creatività, poiché mixare cocktail non è semplicemente unire due bevande e shakerare, bensì è tutta una questione di tecnica e velocità.

Un altro lavoro divertente potrebbe essere il wedding planner e per chi non lo sapesse, consiste letteralmente nell’organizzare matrimoni. Si tratta di una figura competente che aiuta le coppie che stanno per sposarsi a organizzare il matrmonio dei loro sogni, proponendo l’ambientazione, scegliendo assieme a loro gli addobbi migliori e spesso anche gli abiti delle damigelle se il matrimonio ha un tema ben preciso. Un altro lavoro simile al wedding planner è quello del pianificatore di eventi, una persona che pianifica feste di qualsiasi tipo.

Un altro mestiere che ultimamente ha ricevuto un incremento è quello del Dj, una figura che si occupa di far decollare le feste combinando e mixando più canzoni, le doti fondamentali sono innanzitutto la bravura e poi il carisma, utile per tenere alto il tasso di divertimento. Anche l’arredatore d’interni risulta essere un lavoro divertente e soprattutto creativo e consiste nell’arredare gli spazi personali di chi ne richiede la consulenza.

Ovviamente, il lavoro ideale non poteva mancare anche nel mondo della tecnologia, dove sono svariati impieghi che permettono di lavorare divertendosi. Quali sono? ad esempio il web designer, una persona che si occupa dell’impostazione grafica dei siti web, oppure, il videogame designer, che si occupa invece della progettazione e della grafica dei videogame, i quali a lavoro ultimato vanno anche testati e il divertimento raddoppia, nonché la soddisfazione di poter dire di essere stati i primi a provare un nuovo gioco.