In Italia e più precisamente al Sud, nell’ambito del lavoro femminile c’è una forte disoccupazione che si è tradotta, tra i mesi di aprile e giugno, in una percentuale pari al 16,9% di donne occupate tra i 15 e i 29 anni, e questo vale a dire che meno di due donne su dieci hanno un lavoro.

Ad oggi la disoccupazione è un problema persistente, specialmente per il lavoro femminile che spesso viene screditato. Questi dati sono emersi dalle recenti indagini Istat che mostrano un record storico dal 2004 nel meridione, dove anche nella fascia di età compresa tra i 18 e i 29 anni solo il 20,7% delle donne ha un lavoro.

Sono cifre che rendono evidente la differenza con le Regioni del Nord, dove sempre nella stessa fascia di età la percentuale di donne occupate sale al 45,7%.

A pesare su questi dati è soprattutto questa profonda crisi che sta spiazzando il Bel Paese unita al fatto che anche per chi ha la fortuna di trovare un lavoro, spesso di parla di contratti a tempo determinato.

Complessivamente, per gli under 30 l’occupazione ammonta al 32,9% sempre nella fascia d’età compresa tra i 15 e i 29 anni, dove su tre ragazzi solo uno ha un posto di lavoro e al 40% per quelli tra i 19 e i 29 anni con due ragazzi occupati su tre.

Fonte: Repubblica