Può capitare che subentrino lunghi momenti di inattività mentre si svolge una professione, anche quella più ambita e più desiderata, quella che si sognava tra i banchi di scuola che tuttavia può trasformarsi in un lavoro noioso, una sorta di tunnel senza ritorno.

Non per questo bisogna lasciare il proprio impiego e cedere all’istinto; sarebbe invece il caso di guardarsi attorno per vedere cosa offre di meglio il mondo lavorativo, iniziando dal proprio curriculum vitae.

Chiaramente il curriculum vitae non si dovrà inviare a tappeto, ma in maniera mirata, al massimo due a settimana in base al settore di competenza. In ogni caso, ci sono degli escamotage che possono rendere il lavoro di sempre più stimolante. Un primo passo è quello di non rimuginare troppo su ciò che rende pesante le proprie mansioni, ma guardarle con un atteggiamento distaccato, magari ascoltando un CD in ufficio e prendendo dei momenti per sé stessi, imparando anche a dire no in maniera strategica.

Usare i momenti di pausa per recarsi in un centro benessere o, ancora più in grande, per organizzare una vacanza rilassante senza pensare o parlare di lavoro potrebbe aiutare. La mente, tuttavia, non si distrarrebbe del tutto dal problema che tormenta.

Un secondo consiglio è quello di essere il più possibile amichevoli con i colleghi di lavoro, sia come metodo per combattere la noia sia quando si sta per lasciare l’azienda. Non è detto, infatti, che non possano esserci altri cambi e passaggi in futuro. Fondamentali se si vuole fare carriera, i corsi di formazione mirati ad affinare le proprie capacità lavorative rappresentano anche un metodo per rendere stimolante un tipo di lavoro oramai diventato routinario, come anche prefissarsi degli obiettivi da raggiungere a breve termine.

E ancora, se ci si vuole isolare dall’ambiente noioso dell’ufficio, si può portare con sé un iPod e un auricolare, che all’occasione potranno essere usati mentre, per esempio, si lavora al Pc. Infine, non male sarebbe riuscire a occuparsi dell’organizzazione di eventi nell’azienda per cui si lavora oppure, se proprio si vuole cambiare ufficio a causa del clima diventato davvero pesante, ambire al settore delle risorse umane, dove le mansioni sono sicuramente più diversificate e stimolanti.

Fonte: UkHamba