Karl Lagerfeld o si ama o si odia: come qualsiasi sapore deciso, sentimento forte o personalità dominante, il Kaiser della moda non conosce mezze misure e lo stesso vale per le sue frasi più famose. Il 10 settembre compirà 81 anni, eppure non ha perso neanche un pizzico di quella creatività che lo ha reso un grande stilista, un interessante fotografo e apprezzato regista.

Già, perché il suo multiforme ingegno non si accontenta di disegnare abiti per Chanel, Fendi e per la sua linea personale, di dedicarsi a creare anelli di fidanzamento, allestire mostre e studiare affascinanti e sempre nuovi set dove far sfilare le sue collezioni; lettore instancabile e onnivoro, come più volte si è definito, il terribile tedesco di Amburgo – cresciuto nella Parigi di Dior, Chanel e Balenciaga – non si stanca di creare tendenze e scoprire nuovi volti da trasformare in giovani trendsetter.

Una leggenda, insomma, che non solo del suo lavoro ma anche e soprattutto della sua persona, con il suo stile inconfondibile, ha fatto un’opera d’arte vivente, a cui, tra l’altro, la Rizzoli nel 2013 ha dedicato un delizioso libro di 172 pagine a cura di Jean-Christophe Napias e Sandrine Gulbenkian (con illustrazioni di Patrick Mauriès), “Il mondo secondo Karl“, che raccoglie aforismi e citazioni dello stilista.

Scopriamo allora il Karl-Pensiero, con una carrellata delle 10 frasi più famose di Karl Lagerfeld.

  1. Non esco mai senza i miei famosi occhiali neri. Preferisco vedere, non essere osservato“.
  2. Ho improvvisamente cercato di vestirmi diversamente, per vestire abiti disegnati da Hedi Slimane. Ma queste mode sono fatte per essere indossate da ragazzi veramente molto magri e non da uomini della mia età: questo fatto mi richiese di perdere 40 kg. Ci misi esattamente tredici mesi!“.
  3. Comprate vestiti della taglia che avete voglia di portare. Sbarazzatevi di tutto il resto, regalatelo, e quando non avrete più niente da mettervi, vi posso assicurare che se avete un chilo di troppo farete ogni sforzo per perderlo. Perché non c’è niente di più spiacevole di un pantalone stretto in vita“.
  4. Io non potrei mai lavorare, soprattutto leggere, se non fossi completamente solo. Detesto la vita di tipo coniugale e ho un solo grande amore, la mia gattina Choupette: è una presenza meravigliosa, morbida, sfuggente, soprattutto silenziosa“.
  5. I pantaloni della tuta sono un segno di sconfitta. Avete perso il controllo della vostra vita se uscite con la tuta“.
  6. La moda non è né morale né immorale, però è fatta per tirare su il morale“.
  7. La mia regola professionale è sempre la stessa: lavorare più degli altri per dimostrar loro quanto sono inutili“.
  8. Che cosa mi piace della fotografia? Il fatto che colga un momento irripetibile, perso per sempre“.
  9. L’omosessualità è come il colore dei capelli, niente di più. E, come diceva la mia mamma, ti risparmia una nuora insopportabile“.
  10. I libri sono una droga pesante con la quale non si rischia l’overdose“.
Galleria di immagini: Karl Lagerfeld in mostra a Palazzo Pitti: le foto