Si fa presto a dire bio: in realtà i prodotti cosmetici naturali e biologici che superano la prova dell’INCI sono molto meno di quelli che si dichiarano tali. Sono tante, infatti, le marche che realizzano cosmetici “naturali” con meno dell’1% di ingredienti naturali, creme testate sugli animali, imballaggi difficili da riciclare.

A oggi, infatti, non esiste ancora un regolamento di legge obbligatorio che sancisca la definizione di cosmetico naturale e biologico. Per essere biologico un cosmetico deve avere almeno il 95% di ingredienti di origine biologica che devono essere ottenuti da raccolte fatte durante il periodo balsamico, il momento in cui ciascuna pianta presenta la più alta concentrazione di attivi funzionali, e in zone protette prive di pesticidi. Inoltre, biologico fa rima con ecologico: i cosmetici naturali sono attenti all’ambiente e rispettano un profilo etico: i flaconi e i pack sono realizzati con materiali biodegradabili, riciclabili ed eco-compatibili.

Eppure si tratta di un mercato in continua crescita: secondo gli ultimi dati di Cosmetica Italia, nel 2016 l’offerta di cosmetici in Italia ha coinvolto 3215 lanci e ha rappresentato il 48% dei consumi. Non solo, il fatturato green delle aziende italiane è stimato a 950 miliardi di euro, pari al 9% del fatturato cosmetico italiano.

I best of secondo la redazione? Ecco la lista delle 10 migliori marche di prodotti cosmetici naturali e biologici secondo Diredonna.

Leggi anche: Cosmetici bio: come riconoscerli | INCI: come si legge l’etichetta

  1. Weleda: nata nel 1921 come laboratorio farmaceutico, con annesso giardino di piante officinali, oggi è una delle ditte più importanti nel mondo per la produzione di cosmetici naturali olistici e di rimedi omeopatici e antroposofici. Sin dalla sua fondazione, ha posto grande attenzione alla responsabilità sociale, ambientale ed economica. I prodotti sono studiati appositamente per rispondere alle esigenze specifiche di ogni persona, contribuendo al benessere in generale e all’equilibrio di corpo e mente. Per thegoodshoppingguide.com, il sito che svela cosa si nasconde dietro i marchi e le aziende più famose e aiuta il consumatore a fare scelte eco-compatibili, è la migliore marca al mondo per rispetto degli animali e dell’ambiente e per azioni rivolte contro la corruzione in nome dei diritti umani.
  2. Bakel: ogni ingrediente presente nelle formulazioni, grazie all’assenza di sostanze inutili, viene assorbito attraverso la cute, apportando un reale beneficio a tutti i tipi di pelle, anche alle più sensibili. Proprio per questo motivo, tutti i prodotti sono sottoposti ad accurati test dermatologici che vengono effettuati da professionisti dermatologi in Università e laboratori specializzati. Tramite il Patch Test viene valutata la tollerabilità cutanea e gli effetti del cosmetico sulla pelle che vengono testati su un campione eterogeneo di 25 persone. Questi test, eseguiti a 48h, confermano la perfetta tollerabilità dei prodotti, nel pieno rispetto del Ph cutaneo e del fattore di idratazione naturale della pelle.
  3. Dott. Haushka: sviluppa preparati a base di ingredienti naturali dal 1935. Fondata a Ludwigsburg da Rudolf Hauschka, la ditta ha iniziato a realizzare cosmetici dopo l’incontro del dottore con la cosmetologa viennese Elisabeth Sigmund. Agisce secondo il principio della sostenibilità molto prima che il termine diventasse famoso. Le piante, gli oli e le cere provengono quasi esclusivamente da coltivazioni biologiche controllate, se possibile di qualità bio-dinamica o dal commercio equo solidale. Il lavoro viene svolto nel rispetto del ciclo di vita dei materiali: ad esempio utilizzando acqua piovana, usando materiali di imballaggio facili da riciclare, utilizzando i resti vegetali della produzione per il compostaggio. Non solo, da anni Dr. Hauschka utilizza energia pulita certificata al 100%.
  4. Bio Phytorelax: dai laboratori Phytorelax è nata la prima linea biologica certificata Cosmos Organic, sviluppata nel rispetto dei più alti standard per la cosmesi biologica, conforme ai criteri del Cosmos Standard, il rigoroso disciplinare riconosciuto a livello europeo ed internazionale. Tutti i prodotti della linea Bio Phytorelax sono formulati senza profumazioni sintetiche, coloranti, siliconi, parabeni e oli minerali. Non contengono materie prime derivate da OGM, sono certificati VeganOk e testati dermatologicamente. Contengono fitopreparati a base di fiori di camomilla biologica, un prezioso rimedio naturale con proprietà lenitiva, emolliente, protettiva e decongestionante. Ideale come trattamento cosmetico per le pelli più delicate e sensibili di tutta la famiglia. Qui la recensione della crema viso prime rughe.
  5. Mádara Organic Skincare: è un’azienda lettone che produce cosmesi biologica e naturale certificata Ecocert, a base di estratti vegetali ricavate da piante che crescono nel paese che si affaccia sul Mar Baltico. Le fondatrici riprendono gli antichi saperi delle donne anziane che si curavano esclusivamente con le piante locali. Mádara ha trasformato questa passione per le piante del Nord in un connubio tra natura, tradizione e scienza. Ricerche e test scientifici, per utilizzare al meglio gli straordinari poteri benefici della natura, sono alla base della creazione di ogni prodotto. Prodotti certificati ECOCERT, cruelty free, privi di parabeni, derivati del petrolio, SLS e fragranze di sintesi. Le scatole e la carta provengono da foreste rinnovabili, certificati FSC, sono realizzati in aziende eco-friendly, non sono laminati e non contengono vernici.
  6. Aveda: utilizza ingredienti a basso impatto ambientale, cerca continuamente un uso sempre più frequente di ingredienti di derivazione naturale, quelli composti più del 50% da molecole vegetali, minerali privi di petrolio, o da qualsiasi altra fonte naturale, come l’acqua. Il pigmento estratto dalle noci del Brasile, cannella del Madagascar, antiossidanti delle bacche mature, sono solo alcuni degli ingredienti naturali presenti nel make up Aveda.
  7. Dabba: in lingua lettone significa Natura. Ingredienti freschi e di origine locale. Non testati su animali. Prodotti realizzati in modo responsabile nel rispetto della sostenibilità e della stagionalità. Formulata con estratti vegetali originali di produzione propria. Solo ingredienti di origine vegetale. Alta concentrazione di ingredienti biologici. Certificazione biologica Ecocert – Cosmos. Vegan Friendly.
  8. Mossa: ogni prodotto contiene l’estratto di particolari bacche, selvatiche e da giardino, coltivate e raccolte nelle regioni nordiche – bacche di rovo, lamponi, mirtilli, more, bacche di rosa canina, ribes, bacche di olivello spinoso, bacche di sorbo selvatico, mirtilli rossi, mirtilli selvatici ecc. Propone prodotti per la pulizia e la detersione della pelle del viso e prodotti per la tonificazione, e naturalmente prodotti per l’idratazione, adatti a tutti i tipi di pelle. Sono suddivisi in due gruppi, in base all’età e alle diverse esigenze di pelle. Linea di idratazione per pelli più giovani “Youth Defence”: per donne dai 25 anni in sù. Linea anti-age “Age Excellence” per pelli mature: per donne dai 45 anni in sù.
  9. L’Occitane: l’azienda è stata creata da Olivier Baussan, che distillava l’olio essenziale di rosmarino nei mercati locali della Provenza. Con l’acquisizione di un vecchio saponificio, Olivier resuscita l’arte tradizionale del sapone di Marsiglia. Oggi propone i prodotti di bellezza e profumi sensoriali di alta qualità, inspirati all’arte di vivere mediterranea e elaborati secondo i principi della fitoterapia e dell’aromaterapia, privilegiando ingredienti naturali tracciabili e dando priorità agli ingredienti naturali. Inoltre, L’Occitane ha diminuito costantemente e progressivamente l’impatto ambientale dei propri imballaggi, scegliendo i materiali meno inquinanti o già riciclati, utilizzando risorse rinnovabili o provenienti da foreste gestite in maniera sostenibile, concependo imballaggi facilmente riciclabili ottimizzando la selezione e le filiere di riciclaggio. Nel 2006, L’Occitane ha creato la sua Fondazione d’impresa che con un budget di 1 milione di euro in media l’anno, sostiene 2 campi d’azione: le persone con deficit visivi nel mondo e l’emancipazione economica delle donne in Burkina Faso.
  10. Viviverde Coop: la gamma di prodotti specifici per il trattamento del viso, copre tutte le esigenze quotidiane della cura personale e cosmetica. La linea è stata studiata per prendersi cura della pelle in modo naturale ed in armonia con l’ambiente. Minimo 98% di ingredienti di origine naturale. Le formule sono dermatologicamente testate. Principi attivi, tutti di origine vegetale e provenienti da coltivazioni biologiche. Il packaging è a basso impatto ambientale: nessun ricorso ad overpack (senza film dicellophane, senza bugiardino, senza astuccio dove possibile); le creme viso, le uniche che prevedono l’astuccio, utilizzano cellulosa certificata FSC (marchio che identifica i prodotti contenenti legno proveniente da foreste gestite in maniera corretta e responsabile secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici). Tutto il pack è riciclabile. Uso di monomateriale per consentire il riciclo del packaging dopo l’utilizzo.