L’attrice americana, ormai quarantaduenne (ne son passati di anni da “Pretty Woman”!), è passata agevolmente dal ruolo di spia industriale per conto di una compagnia di cosmetici nel film “Duplicity” -uscito lo scorso aprile – a quello di testimonial per la maison francese di cosmetici Lancôme.

Sulla scia di Demi Moore per Helena Rubinstein, nonché di Isabella Rossellini e Juliet Binoche per la casa francese citata, in sostituzione di giovanissime e perfette modelle, un’altra grande star del cinema internazionale presta il suo celebre viso per la promozione di un prestigioso brand a tutti noto come grande artefice della bellezza femminile.

Se la Roberts (come lei stessa dichiara) è stata conquistata da Lancôme perché valorizza le donne, ancor più lusinghiere son state le dichiarazioni di Youcef Nabi, Presidente Internazionale della marca, nei confronti dell’attrice che “rappresenterà Lancôme in modo sublime perché la sua personalità, il suo eccezionale talento, il suo carisma e il suo impegno per il sociale coincidono con i valori di Lancôme”.

La talentuosa Julia, che ancor oggi, nonostante i molteplici successi, rimane associata all’immagine della lucciola Vivian, è giustamente amatissima dagli uomini e apprezzata anche dalle donne per il suo stile semplice e naturale, dolce e frizzante. Effettivamente poco importa delle sue celebri imperfezioni come bocca grande, naso lungo e seno ridotto che in molti, in tutti questi anni di luminosa carriera, le hanno criticato… anzi, forse son proprio queste le sue peculiarità che contribuiscono a renderla così particolarmente affascinante, non credete?