Ogni alimento fresco contiene dosi massicce di vitamine, sali minerali, proteine, acidi grassi e antiossidanti che miscelati insieme hanno il potere di curare il corpo, portando il livello di colesterolo nella media. Il cibo è un rimedio naturale per vari disturbi e, per curarsi traendo risultati soddisfacenti, bisogna conoscere i principi nutritivi che potenziano l’effetto desiderato. Ecco dunque delle combinazioni alimentari per ridurre il grasso, colesterolo e trigliceridi.

La frutta e la verdura, contengono moltissime proprietà capaci di ridurre e abbassare il livello di trigliceridi. Per esempio, la combinazione ideale che tra l’altro per noi italiani è alla base della {#cucina} mediterranea, è il pomodoro crudo condito con un olio extravergine d’oliva. L’azione della vitamina E presente nell’olio extravergine d’oliva e del carotene contenuto nei pomodori, stimola la riduzione dei livelli di colesterolo e riduce drasticamente il pericolo di soffrire di malattie degenerative come il morbo di Parkinson o l’Alzheimer. I dietologi esperti consigliano sempre di consumare questa pietanza a crudo perché i principi attivi sono integri, mentre la cottura evapora la maggior parte delle proprietà benefiche.

Se si vuole ridurre la presenza di trigliceridi e qualche chilo di troppo, un buon piatto di spaghetti integrali con salsa di pomodoro e olio extravergine d’oliva, risulta il migliore pasto per rimettersi in forma.

Il selenio e il sulforafano sono due componenti vincenti contro cancro e invecchiamento: si trovano nei cereali integrali, nei funghi, nei broccoli e nei cavolini di Bruxelles. Per combattere il colesterolo a tavola, il piatto consigliato è un bel panino integrale farcito di funghi champignon e broccoli in padella, delizioso e salutare.

Sapevate che il succo di bergamotto è un vero toccasana per la microcircolazione? Berlo è come assumere un vero concentrato di vitamine, minerali e antiossidanti, talmente potente che è in grado di abbattere il colesterolo LDL.

Esistono degli ottimi frutti, che non solo smorzano la fame ma contengono anche tante proprietà benefiche. La banana contiene vitamine, serotonina, triptofano e tannini, zucchero ad alta concentrazione, proteine e grassi in quantità minima, calcio, ferro, magnesio, fosforo, zolfo ed è il frutto più ricco di potassio. Calma la fame nervosa provocando un senso di sazietà, ed è ideale anche per gli spuntini fuori casa, anche se fra le quattro mura domestiche si possono creare dei piatti interessanti, come ad esempio questo: basta tagliare verticalmente una banana, irrorare con succo d’arancia e stendere un leggero strato di composto di albicocca, un pizzico di cannella e di mandorle e la merenda è servita.

L’ananas, ricco di fibre, è il grande amico di tutte le {#diete}: combatte la ritenzione idrica favorendo la diuresi. Contiene zucchero, vitamine A e C, acido folico, potassio, calcio, fosforo, sodio, ferro ed enzimi che migliorano la digestione. Le albicocche, poi, riducono i gonfiori intestinali e sono strategiche per la riduzione della {#cellulite}, in quanto contengono betacarotene, vitamine C, B1, B2, B3, B6, E, acido folico, potassio, magnesio, fosforo e calcio. Per sfruttare al meglio le proprietà di ananas e albicocche, entrambi vanno consumati sempre freschi.

Per attivare il metabolismo e mantenere i livelli di trigliceridi nella norma, non esiste miglior elisir dell’aglio: contiene vitamine, enzimi, aminoacidi, elevate concentrazioni di selenio e germanio, in grado di rafforzare il sistema immunitario. Unica nota dolente? Va consumato assolutamente crudo, cosa che potrebbe non piacere a molti.