Sarà che le dimensioni del sesso non contano, ora però si vedono. Sul sito WorldPenisSize (il nome non lascia adito a interpretazioni) è stato riprodotto graficamente il risultato dei più seri e approfonditi studi sull’argomento, come ad esempio quello dell’Facoltà di Urologia a Firenze.

Una mappa globale delle proporzioni di quello che Woody Allen non esitò a definire “il primo organo dell’uomo” (il secondo era il cervello) a cui è impossibile resistere nel fare confronti.

Galleria di immagini: L'uomo perfetto

Basta riprodurre il mappamondo secondo questa particolare visuale per scoprire che non esistono solo i cinque continenti, ma anche le cinque dimensioni: da 9,66 a 11,67 centimetri, passando per il range 11,67-13,48 / 13,48-14,88 / 14,88-16,10 (vi rientrano anche gli italiani) / 16,10-17,93.

Mappa del pene

Ai due poli estremi, coreani e africani. A quanto sembra per fare un uomo del Sudan ci vogliono due abitanti di Seul. Il sito permette anche di addentrarsi nello specifico nazione per nazione.

Sconsigliabile all’uomo insicuro di sé, decisamente utile per la donna incuriosita del nuovo vicino di casa proveniente da un altro paese.

In questo caso, noi italiani possiamo dormire sonni tranquilli: solo alcuni vicini europei fanno meglio, Greci e Olandesi e purtroppo anche i cugini d’oltralpe, per 2,7 milimetri, che conoscendoli non mancheranno certo l’occasione di farli presente (ma come?) a ogni occasione. Le agenzie di promozione turistica giapponesi o coreane, invece, farebbero bene a proporre sconti per le comitive femminili, perché diciamo che con quei dieci centimetri scarsi non sale l’entusiasmo.