Spesso in amore ci si complica la vita da soli e purtroppo si tende a essere attratti da chi non è propriamente adatto a se stesse. Le donne, nello specifico, si innamorano degli uomini che non ricambiano l’interesse: è l’incertezza uno dei più grandi afrodisiaci esistenti.

Lo rivela un recente studio condotto da Erin Whitchurch e Timothy Wilson dell’Università della Virginia, in collaborazione con David Gilbert di Harvard. Sono state intervistate varie studentesse, alle quali è stato detto che l’esperimento era atto a verificare se Facebook, il social network più popolare al mondo, potesse essere usato anche come un sito di incontri online.

Galleria di immagini: flirt

Un gruppo di loro è stato invitato a vedere quattro profili fasulli di uomini attraenti che erano molto interessati a loro; a un secondo gruppo, presunti uomini che ne erano mediamente interessati, e a un terzo gruppo sono stati mostrati uomini che non si sa quanto fossero interessati.

I risultati hanno evidenziato come le donne tendano a essere attratte dagli uomini che non hanno esplicitamente detto di provare interesse: questo perché l’incertezza influenza involontariamente la mente e porta il gentil sesso a pensare maggiormente a quella persona se non si sa quale sia il reale pensiero nei loro confronti.

La teoria vale soprattutto per gli adolescenti, in quanto durante questa fase della vita si passa più tempo a fantasticare su un ragazzo e a tentare di capire se questo può ricambiare l’attrazione.

I risultati emersi con lo studio in questione valgono anche per gli uomini: l’incertezza è fonte di erotismo anche per loro, ma comunque nelle donne il fattore è più accentuato. La maggior parte delle persone dunque vuole ciò che non può avere o che non sa se può avere o meno, ma quanti benefici può portare realmente questa cosa? Non sarebbe meglio evitare a prescindere chi non dimostra interesse nei nostri confronti ma piuttosto semplificarsi la vita? A voi la parola.