Finalmente la scienza ha dato una spiegazione al motivo per cui molte donne non sono protagoniste di relazioni sentimentali fisse, prolungando anche per anni il loro status di single.

Le cause principali sono da ricercare a livello sociologico in quanto il mondo occidentale, anche dopo decenni di lotte femministe, continua a relegare il sesso debole in un ruolo subalterno, tanto che i maschietti tenderebbero quindi a prediligere compagne meno intelligenti e sicuramente senza aspettative professionali.

A confermare questa tesi ha pensato uno studio pubblicato sul “Personality and Social Psychology Bulletin” per cui sia uomini che donne sono stati sottoposti a test di lingua inglese, di matematica e del quoziente intellettivo in generale. Più della maggioranza degli uomini, dopo aver scoperto che molte donne li avevano superati nei quiz, hanno automaticamente cambiato idea su di loro trovandole meno appetibili e interessanti di prima.

Il problema principale scaturisce, quindi, dalla concezione dei maschietti che preferirebbero al loro fianco donne meno intelligenti, dedite esclusivamente a loro e non alla scalata professionale. Ancora un altro studio svolto in Gran Bretagna ha messo in evidenza questo punto di vista maschile in quanto, su 121 donne, quelle che con un quoziente intellettivo maggiore hanno rivelato di avere più difficoltà ad instaurare un rapporto sentimentale fisso. Insomma, stando alla scienza per gli uomini le donne più interessanti sono sicuramente quelle meno intelligenti, forse perchè più manipolabili e disposte a sacrificare la propria carriera e il proprio futuro professionale per la vita di coppia.